LA SICIS DI RAVENNA DA 30 ANNI INNOVA IL MOSAICO


RAVENNA 8 GENNAIO 2018 La Sicis di Ravenna nell’anno del 30° dalla fondazione ha vinto la sfida: dare un futuro in ottica business all’antica arte del mosaico. Il fatturato sale a 55 milioni e per Maurizio Leo Placuzzi anche il 2018 sarà un anno di crescita grazie a una scelta innovativa: la tecnica del micromosaico. Un brevetto che spinge l’azienda romagnola sui mercati internazionali e verso nuove applicazioni come i gioielli e i tessuti. Non solo un “materiale da rivestimento” ma un plus per tanti architetti, stilisti e designer. L’innovazione è la chiave e Sicis investe il 15% del fatturato per guardare al futuro. E il futuro ha un nome: Vetrite. Sono lastre in vetro extra large texturizzate per l’interior design.
Allo storico stabilimento di Ravenna si aggiungono i poli di New York e Shanghai e un negozio in via della Spiga a Milano, solo per i gioielli, ma anche Parigi, Dubai, Hong Kong, Tokyo, Londra e altro ancora. I dipendenti sono circa 150.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet