LA CREMONESE AURICCHIO COMPRA “CASCINE EMILIANE” – DAL PROVOLONE AL PARMIGIANO REGGIANO


reggio emilia 15 dicembre 2017 Il gruppo cremonese Auricchio, storico leader mondiale del provolone ha rilevato dalla famiglia Filippini il 90% della società Cascine Emiliane, uno dei più noti stagionatori e confezionatori di Parmigiano Reggiano con sede operativa nel reggiano a Castelnovo sotto.
Auricchio che quest’anno ha festeggiato il 140° anniversario dalla fondazione fondata a San Giuseppe Vvesuviano nel 1877 ha un fatturato di circa 250 milioni e un organico di 500 dipendenti
L’acquisizione della maggioranza dell’azienda reggiana con i suoi 45 dipendenti, impianti, clienti è un investimento da 7 milioni. Cascine Emiliane è una società molto conosciuta nel settore e con un’alta reputazione nel retail sia in Italia che in tutta Europa. Da oltre 20 anni produce una selezione di altissima qualità di Parmigiano Reggiano.
Cascine Emiliane sviluppa un fatturato di 45 milioni, con un export pari al 75% del venduto. La sede rimarrà a Castelnovo Sotto (Reggio Emilia), sotto la guida, nel ruolo di presidente, di Giuseppe Filippini, che conserva una quota del 10%.
«Per noi è stata una scelta strategica – commenta Alberto Auricchio, amministratore della Gennaro Auricchio S.p.A. di cui condivide la gestione con i fratelli Giandomenico che presidia il polo produttivo di Cremona e Antonio – sia per arricchire la nostra offerta a marchio Auricchio con Parmigiano di primissima scelta, sia perchè i radicati rapporti che da anni Cascine Emiliane ha con clienti importantissimi, ci aiuterà a consolidare il nostro modello di crescita soprattutto all’estero, proponendoci come partner in grado di offrire una gamma completa e di alta qualità di tutti i formaggi della grande tradizione italiana».

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet