KAITEK-FLASH BATTERY: NEL 2018 VOLANO IL FATTURATO (+104%) E L’OCCUPAZIONE (+73%)


s.ilaiio 19 feb 2019 Si è chiuso con un raddoppio del fatturato e un aumento dell’occupazione del 73% il 2018 della Kaitek-Flash Battery, l’azienda reggiana (nata nel 2012 e con una forza lavoro la cui età media sia attesta a 33 anni) che in pochi anni si è collocata tra i leader europei nella produzione di batterie al litio per macchine industriali e veicoli elettrici.
I dati al 31 dicembre parlano di un volume d’affari che è passato da 6,5 a 13,26 milioni di euro (+104%) e di una crescita dei clienti del 34% nei 54 Paesi in cui l’impresa esporta, con le punte più elevate sui mercati di Francia, Germania, Spagna e Belgio.
“I positivi riscontri – sottolinea Marco Righi, CEO di Kaitek-Flash Battery – riguardano tutti i settori sui quali siamo impegnati, con le crescite più rilevanti nei comparti dei veicoli elettrici, delle macchine industriali e dell’elettronica, mentre il primato continua a restare in capo al segmento dell’AGV, i veicoli a guida automatizzata utilizzati nell’industria per la movimentazione delle merci”.
“Insieme alla crescita dei volumi, con una produzione più che raddoppiata – prosegue Righi – il dato più significativo è rappresentato dalla crescita degli occupati, e non solo in termini di nuovi ingressi (19 in un anno, che hanno portato il totale a 45 rispetto ai 26 del 2017), ma soprattutto perché siamo riusciti ad offrire opportunità soprattutto a persone giovani, tanto che l’età media dei nostri collaboratori si è abbassata a 33 anni”.
“Lo sviluppo dell’azienda – prosegue il CEO di Kaitek-Flash Battery – ha sempre fatto leva proprio sull’acquisizione di nuove competenze e sul desiderio di mettersi in gioco da parte di tutte le figure professionali presenti in azienda, e in questo senso ha sicuramente inciso anche il rapporto di proficua collaborazione instaurato con il mondo in generale e con l’Università di Reggio Emilia e Modena, in particolare”.
Righi, al proposito, ricorda le docenze svolte dal direttore tecnico dell’azienda, Alan Pastorelli, agli aspiranti ingegneri del veicolo del corso di laurea magistrale “Advanced Automotive Engineering e le visite allo stabilimento di Calerno che sono rientrate nel loro percorso di specializzazione.
Il 2018, tra l’altro, ha assegnato all’impresa reggiana anche un importante riconoscimento per l’innovazione. Kaitek-Flash Battery, infatti, ha ricevuto il “Premio Sostenibilità 2018” dall’Agenzia per l’Energia e lo Sviluppo Sostenibile, ritirato poche settimane fa a nome del pool di aziende europee che ha lanciato un nuovo progetto di car sharing elettrico già adottato da città come Glasgow, Lisbona, Tolosa, Lione e Barcellona”.
Nel carnet di lavoro dell’azienda, ora, c’è la realizzazione di una nuova sede, sempre in comune di Sant’Ilario d’Enza, con poco meno di 5.000 metri quadrati dedicati – conclude Righi – “ad attività che hanno buone prospettive di crescita, partendo da quell’intenso lavoro di ricerca che è richiesto per soddisfare un mondo dell’industria, della movimentazione delle merci e della mobilità delle persone imperniato sull’uso di fonti d’energia non inquinanti e rinnovabili”.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet