ITALCER: TERZO SHOPPING CON DEVON & DEVON IN TOSCANA – ANCORA IN STAND BY TAGINA IN UMBRIA


BOLOGNA 19 OTTOBRE 2017 la trattativa per acquisire la ceramica pagina in Umbria è iniziata da molti mesi ma per Graziano verdi non è un problema. “I dossier aperti per le acquisizioni sono tanti e se non sarà Tagina abbiamo altri target da centrare” aveva detto appena dopo il Cersaie Alberto Fochiellic he con Mandarin Capital Partner è il “motore
” dello sviluppo di Italcer,
E infatti Italcer, la holding creata dal private equity italiano Mandarin Capital Partners e guidato da
Graziano Verdi con l’obiettivo di creare un polo del lusso nel settore della ceramica, ha
concluso l’accordo per l’acquisizione del 100% dell’azienda fiorentina Devon&Devon, tra i
leader mondiali nell’arredo bagno e di proprietà di Gianni Tanini che ha da sempre guidato la
società e che, con questa operazione, entrerà nel parterre dei soci Italcer.
Italcer, che fino ad oggi ha acquisito la romagnola La Fabbrica a fine maggio e l’emiliana Elios
Ceramica ad agosto, ha un fatturato di oltre 75 milioni e, con questa operazione, sarà prossima
ai 100 milioni. Devon&Devon esporta in oltre 80 paesi con una rete di boutique, retailers e
flagship stores localizzati in alcune delle più prestigiose capitali del mondo, dall’Europa agli
Usa, alla Russia, al Medio Oriente fino a Cina e Australia.
“Il piano industriale annunciato qualche mese fa” ha commentato l’Amministratore Delegato
Graziano Verdi “si sta confermando operativamente, giorno per giorno, anche con la qualità
delle acquisizioni che il gruppo sta portando avanti. Con l’acquisto dell’azienda di Firenze,
Italcer conferma la sua focalizzazione sul lusso e sulla creatività italiana: Devon&Devon è uno
dei marchi più prestigiosi di questo Paese”.
Entro la fine del 2018 Italcer mira ad ampliare ulteriormente il proprio portafoglio di marchi, a
sbarcare negli Stati Uniti con una fabbrica 4.0 e a concludere altre nuove significative
acquisizioni.
A Piastrella Valley quindi appare evidente che è in arrivo una nuova società quotata in Borsa.
Affiancherà Ceramiche Ricchetti e Panariagroup la Italcer guidata da Graziano Verdi.
Il senso della marcia di avvicinamento a Piazza Affari è dato dalla accelerazione sulle acquisizioni anche se.. sempre Fochielli.. non ha escluso tra le opzioni la quotazione su una Piazza diversa da Milano. C’è tempo e si vedrà.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet