IREN: SCISSIONE PER LA HOLDING FSU, TORINO VERSO CESSIONE 2,5% CAPITALE


REGGIO EMILIA 2 FEBBRAIO 2018 Strada spianata per la cessione del 2,5% di Iren da parte del Comune di Torino, che utilizzera’ i proventi della cessione per ripianare i buchi del proprio bilancio. Una nota diffusa oggi sottolinea infatti l’avvenuto deposito del progetto di scissione parziale non proporzionale di Finanziaria Sviluppo Utilities (Fsu), la holding paritetica del Comune di Torino e Genova, che controlla il 33,3% di Iren. Lo schema prevede che gli asset della Fsu verranno divisi equamente, che Genova diventera’ socia al 100% di Fsu e che il 16,65% di Iren spettante a Torino venga trasferito in capo a Fct Holding, finanziaria controllata al 100% dal capoluogo piemontese. Va anche precisato che sul 33,3% del capitale di Iren c’e’ un 5% non vincolato all’attuale patto di sindacato tra Torino e Genova che restera’ comunque in essere. Quindi Torino stessa sara’ libera di vendere il “suo” 2,5% sul mercato – tramite verosimilmente un Abb – per un incasso oggi attorno a 80 milioni di euro. La scissione dovra’ comunque essere prima approvato dai due consigli comunali e dall’assemblea di Fsu.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet