Iren per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti.


reggio emilia 20 novembre 2017 Iren si lega al tema 2017, “Diamo una seconda vita agli oggetti“, lanciato per la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti, che si terrà fino al 26 novembre prossimi, realizzando alcune iniziative e progetti che coinvolgono il territorio emiliano.

Nel 2017 Iren ha promosso, per il 19esimo anno consecutivo, Rifiutando, il laboratorio didattico creativo nato a Piacenza nel 1997 curato in collaborazione con Manicomics Teatro, che si è incentrato quest’anno sulla rilettura delle avventure di Sandokan.

Gli studenti delle 52 classi di ogni ordine e grado aderenti si sono comportati come Salgari che creò “Le Tigri della Malesia” viaggiando solo con la fantasia, grazie alla quale i tendaggi divenivano vele spiegate, gli attaccapanni si trasformavano in lance, i cuscini in animali feroci e gli amici in pirati e principesse. I protagonisti di “Sandokan e i Tigrotti del ciclo virtuoso” hanno riutilizzato gli oggetti, li hanno reinterpretati per dar vita a nuove storie. In concomitanza con l’evento conclusivo, gli studenti si sono presentati a teatro Politeama con un biglietto d’ingresso simbolico: un libro, che ha alimentato la raccolta del Pesalibro, iniziativa in collaborazione con la Biblioteca Passerini-Landi, che prevede lo scambio di libri usati sulla base del loro peso. I libri che invece di essere conservati a casa vengono messi a disposizione di nuovi lettori, facendo circolare idee, storie, fantasie, emozioni: una soluzione che sostiene l’economia circolare e la cultura. . Sono aperte le iscrizioni per l’edizione 2018 dal titolo “La Biblioteca di Babele e i Dialoghi con la natura”, incentrato sulla Scrittura Creativa, per riflettere e testimoniare un rinnovato legame intimo con la Natura e un impegno dell’individuo verso la Sostenibilità. (per iscrizioni eduiren.emilia@gruppoiren.it )

A Reggio Emilia, Iren dal 1996 promuove, insieme alla Istituzione Scuole e Nidi d’Infanzia del Comune di Reggio Emilia, Remida, un progetto culturale di sostenibilità, creatività e ricerca sui materiali di scarto. Gestito dalla Fondazione Reggio Children, Remida promuove l’idea che lo scarto, l’imperfetto, sia portatore di un messaggio etico, capace di sollecitare riflessioni, proporsi come risorsa educativa, sfuggendo così alla definizione di inutile e di rifiuto. I materiali di REMIDA provengono da circa 200 aziende che devolvono sfridi, materiali fallati, fondi di magazzino o eccessi di produzione destinati allo smaltimento, che il Centro recupera e propone come soggetto da indagare. Il Centro è visitato ogni anno da oltre 3.000 persone tra insegnanti, artisti, studenti, amministratori e curiosi provenienti da tutto il mondo. Vi è anche una sezione dedicata al recupero dei libri usati, dal titolo “Salvato da Remida”.

In occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2017 Iren ha anche realizzato due nuove pubblicazioni che si possono scaricare gratuitamente in formato pdf dal sito internet aziendale: si tratta di un opuscolo sul corretto conferimento dell’organico ed un manuale sul compostaggio domestico. Oggi infatti, una quota elevata dei rifiuti che produciamo giornalmente è costituita da materiale organico, la cui separazione permette di ridurre notevolmente le quantità di rifiuto indifferenziato da inviare per lo smaltimento finale. I rifiuti organici, raccolti in modo differenziato e sottoposti a un trattamento specifico, poi, possono essere trasformati in compost, prodotto naturale molto utile come fertilizzante in agricoltura, orticoltura e giardinaggio.

Per quanto concerne il manuale del compostaggio, l’obiettivo è fornire in modo chiaro ma esaustivo le indicazioni pratiche necessarie a realizzare, nel migliore dei modi, il proprio compost domestico, partendo dagli scarti vegetali di orti e giardini. Una pubblicazione agevole ma completa, utile anche per chi non sia un esperto in materia, ma voglia dare il proprio contributo concreto alla riduzione dei rifiuti.

Infine, a Reggio Emilia, nell’ambito del Progetto Tricolore, che entro il 2018 porterà all’estensione in tutto il territorio comunale del servizio di raccolta porta a porta, Iren ha realizzato e renderà disponibile gratuitamente a chi ne farà richiesta all’indirizzo comunicazione.re@gruppoiren.it un cd audio riservato ai non vedenti, nel quale viene sintetizzato il Progetto, con particolare attenzione alle nuove modalità di conferimento.

Nelle scuole Iren sarà presente a Torino e a Parma con due progetti che occuperanno tutta la settimana dal 20 al 25 novembre che riguarderanno 2000 studenti.

A Torino insieme al Centro Scienza e all’Istituto Comprensivo “D.M.Turoldo” (Circoscrizione 5) il tema dei rifiuti sarà approfondito con il Centro Ambiente Mobile e un ricco programma di laboratori, giochi e attività, aperti nel pomeriggio di giovedì 23 novembre anche ai genitori che potranno partecipare, insieme ai bambini, o in gara con loro, alle varie attività proposte durante la settimana.

A Parma il Centro Ambiente Mobile sarà a supporto del Progetto Europeo “Beecos”, promosso insieme ad ARPAE e al Liceo “A.Bertolucci” e dedicato ai rifiuti ed alla loro riduzione. Per tutta la settimana le classi del Liceo ed alcune degli Istituti vicini potranno raccogliere in modo differenziato i RAEE ed approfondire i temi della differenziata con appositi momenti formativi che svilupperanno poi per tutto l’anno scolastico.

A Reggio Emilia, infine, Il Centro REMIDA pia presentato ieri un proprio atelier portando i valori della sostenibilità all’interno di una iniziativa del Centro Internazionale “Loris Malaguzzi” dedicata alla Giornata Internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet