IMMERGAS PRESENTA LE NOVITA’ A MCE EXPOCOMFORT (FIERA MILANO)


BRESCELLO 14 MARZO 2018 La partecipazione di Immergas alla fiera MCE 2018 segna un passaggio importante: esattamente 90 giorni dopo l’esondazione del torrente Enza che ha invaso la sede centrale dell’azienda a Lentigione di Brescello.
«Il piano che abbiamo messo in campo per tornare in pochi mesi alla piena produttività – conferma il Presidente di Immergas Alfredo Amadei – ha dato i risultati attesi e grazie alle persone che da 54 anni sono la vera forza di Immergas, una grave calamità e danni ingenti, si sono trasformati in un punto di forza per costruire il futuro. Confermiamo in toto il piano investimenti, in Italia e all’estero e rimangono invariati i livelli occupazionali. Immergas conferma la piena operatività e l’inaugurazione del nuovo Centro Ricerche e Sviluppo per i prossimi mesi. Stiamo lavorando a ritmi molto intensi sui nuovi prodotti e sui sistemi ibridi che porteranno avanti di un altro passo la nostra propensione all’innovazione e alla sostenibilità».
Ha inaugurato la 41esima edizione di MCE il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia che ha fatto visita allo stand Immergas e ha incontrato il presidente Alfredo Amadei:”Expo Comfort e’ il simbolo di un pezzo importante dell’industria italiana”. Lo ha affermato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine dell’Expo Comfort, parlando della manifestazione fieristica dedicata alla climatizzazione in corso a Rho. ” un momento importante”. Boccia sottolinea “quanto sia importante l’industria italiana nel mondo e quanto sia trasversale a tutti i settori e quanto siamo forti”, ha aggiunto. Secondo il presidente dell’associazione “siamo un’industria esportatrice e l’export italiano incide molto sulla crescita del Paese. Dobbiamo incrementarla. Nel 2017 abbiamo avuto una crescita del 7% di Export sul 2016. una sfida che dobbiamo cogliere come Paese, difenderci dai protezionismi degli altri e rafforzare l’industria italiana”.

L’ingresso nel segmento delle energie rinnovabili per Immergas è ormai consolidato e le nuove caldaie a pellet Luxor, dedicate al riscaldamento domestico, sono solo una delle novità attese per il 2018.
I piani al 2020 di Immergas poggiano su basi solide. Le caldaie prodotte in 54 anni sono oltre 6.000.000. La forza lavoro del gruppo Immerfin supera le 1.000 unità (in Italia e all’estero nei due stabilimenti di Poprad in Slovacchia, che ha recentemente raggiunto il traguardo del 1.000.000 di caldaie prodotte, e di Qazvin in Iran).
«Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti e delle posizioni che abbiamo consolidato sui mercati, ma puntiamo a una nuova fase di crescita e per centrare questo obiettivo ci stiamo muovendo su diverse direttrici – annuncia Alfredo Amadei – la crescita per linee interne, sviluppando nuovi prodotti e mercati è nel nostro codice genetico da 54 anni, ma rimane aperta anche la possibilità di crescere attraverso nuove acquisizioni. Svilupperemo la nostra presenza anche su mercati dove siamo presenti da anni con il potenziamento delle filiali, come in Spagna e con nuovi programmi per legare ancora maggiormente i marchi Immergas, Glimobo e Alpha Heating Innovation ai rispettivi mercati. Senza dimenticare il nostro impegno sul fronte delle energie rinnovabili e dell’efficientamento energetico degli edifici con ImmerEnergy».
Nel 2018 il gruppo Immerfin vedrà salire la produzione fino a 350.000 caldaie confermando un trend di crescita progressivo che dura ormai da molti anni.
«Risultati possibili – aggiunge Alfredo Amadei – anche grazie alla progressiva introduzione di nuovi processi automatizzati, nell’ottica imposta a tutte le imprese che competono a livello mondiale da Industry 4.0.
Investimenti che hanno portato e porteranno anche nei prossimi anni ad un innalzamento della qualità e della sicurezza sul lavoro. Lo sviluppo della fabbrica digitale, nella visione 4.0 di Immergas, è strettamente collegato con quello delle persone che rimangono l’asset centrale e il patrimonio più rilevante per costruire il nostro futuro e rimanere un campione nazionale leader in Italia, da molti anni, prima nel segmento delle caldaie tradizionali ed ora in quello delle caldaie a condensazione».

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet