IMA RADDOPPIA IN BORSA E QUOTA ANCHE LA GIMA TT


BOLOGNA 29 GIUGNO 2017 Alberto Vacchi scommette sul futuro delle macchine per la lavorazione e packaging del tabacco e oltre alla capogruppo IMA porta in Borsa la società specializzata GIMA TT che è specializzata nelle soluzioni innovative a basso rischio per la salute.
Il gioiello sono le sigarette elettroniche e complessivamente ilsettore del tabacco dovrebbe crescere del 25% quest’anno secondo gli analisti di Kepler Cheuvreux,

IMA anche dopo la quotazione manterrà una quota di controllo in GIMA TT.
BofA Merrill Lynch, Equita SIM S.p.A., Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. e UniCredit Corporate and Investment Banking agiranno come joint global coordinators e joint bookrunners. Equita SIM S.p.A. agirà inoltre anche in veste di sponsor.
GIMA che ha sede a Ozzano Emilia fattura circa 100 milioni di euro con una settantina di addetti un Ebitda di 40 milioni, con una redditività circa del 40%.
Secondo gli analisti il fatturato di GIMA TT potrebbe registrare una crescita delle vendite del 27% nel 2017, del 15% nel 2018 e del 10% nel 2019.

Oltre a IMA, azionista di controllo al 70%, i soci sono

È probabile che le risorse dell’IPO potranno essere utilizzate per finanziare la crescita organica, ma soprattutto per intraprendere attività di M&A volte a sfruttare il buon momento delle sigarette elettroniche.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet