IMA : Dividendo di 1,60 euro per azione e maggiorazione del diritto di voto per chi mantiene lungo le azioni


OZZANO EMILIA 24 APRILE 2017 L’Assemblea degli Azionisti di IMA S.p.A., azienda bolognese al top mondiale nella produzione di macchine automatiche, si è riunita sotto la presidenza di Alberto Vacchi e ha approvato il bilancio al 31 dicembre 2016 e ha deliberato la distribuzione di un dividendo di 1,60 euro per azione, in aumento rispetto all’anno precedente (dividendo di 1,40 euro per azione deliberato dall’Assemblea del 27 aprile 2016), da mettersi in pagamento a partire dal 24 maggio 2017 (stacco cedola n. 24 in data 22 maggio 2017),
Il Gruppo IMA ha chiuso il 2016 con ricavi netti pari a 1.310,8 milioni di euro, evidenziando una crescita del 18,1% rispetto agli 1.109,5 milioni al 31 dicembre 2015. La quota export è stata superiore all’86%, con ottimi risultati in Asia, Cina e Medio Oriente. Molto bene il mercato domestico.
L’utile del Gruppo è salito a 93,5 milioni di euro (+33,8% rispetto ai 69,9 milioni nel 2015).
Il portafoglio ordini consolidato al 31 dicembre 2016 ha raggiunto i 766,2 milioni di euro (+17,9% rispetto ai 649,9 milioni al 31 dicembre 2015).
Per l’esercizio 2017, se le condizioni attuali troveranno conferma nei prossimi mesi, il Gruppo IMA stima ricavi superiori a 1,4 miliardi di euro e un margine operativo lordo (EBITDA) a circa 205 milioni di euro.
IMA ha deciso di prevedere la maggiorazione del diritto di voto e l’assegnazione di due voti per ciascuna azione ordinaria detenuta in via continuativa per un periodo di almeno 24 mesi. La maggiorazione del diritto di voto ha l’obiettivo di incentivare l’investimento a medio-lungo termine degli investitori e quindi la stabilità dell’azionariato, che vedrà premiata la fedeltà verso la Società.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet