Illuminazione Brescia, Iren al posto di A2a


BOLOGNA 1 FEBBRAIO 2017 Da oggi a illuminare tutte le sedi municipali, dal comune agli uffici ai teatri e fino agli impianti sportivi di Brescia , non sarà più la partecipata A2a, ma Iren.
Il Comune di Brescia, lo ricordiamo, è assieme a Milano azionista di riferimento di A2A, di cui detiene il 25%.
Il Comune di Brescia, fino al 31 gennaio 2017, fruisce della fornitura di energia elettrica da parte di A2A, in forza di una convenzione stipulata dal consorzio Brescia Energie Servizi di cui è socio. Poiché il consorzio, per decisione dei Comuni aderenti (39 su 75 riuniti in assemblea), il 16 dicembre del 2016 è stato messo in liquidazione, non è più possibile prorogare la convenzione per la fornitura di energia elettrica. Pertanto, non essendoci i tempi tecnici per una nuova gara, si è deciso di aderire alla convenzione Consip, che regola il mercato per quanto riguarda le forniture di beni e servizi per le pubbliche amministrazioni, energia elettrica compresa. Il fornitore Consip cioè l’azienda che ha vinto la gara indetta a suo tempo, è risultato essere Iren. Questa procedura è del tutto analoga a quella seguita dal Comune di Milano che, essendo arrivato al termine della precedente convenzione, ha optato per la fornitura attraverso Consip.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet