I tecnici specializzati ITS Maker trovano subito lavoro.


REGGIO EMILIA 24 MAGGIO 2018 Il monitoraggio 2018 effettuato da Miur-Indire conferma i risultati record di occupazione degli Istituti Tecnici Superiori (ITS): il 92% degli ex studenti trova lavoro entro 12 mesi dal conseguimento del diploma.
Un dato ITS Maker estremamente incoraggiante che attesta anche quest’anno come l’istruzione tecnica sia una scelta sicura per un rapido inserimento in azienda al termine degli studi.

Anche in Emilia-Romagna questi dati trovano conferma: degli ex studenti ITS Maker – i cui corsi si svolgono nelle sedi di Reggio Emilia, Bologna, Modena, Fornovo (PR) e, da quest’anno, anche a Forlì – ben il 98% risulta occupato in una mansione coerente con il percorso di studi effettuato.

Ciò nonostante le aziende incontrano ancora difficoltà a trovare le figure tecniche professionali che cercano: gli studenti che scelgono questo tipo di percorso sono ancora troppo pochi.

“Quarant’anni fa per garantirsi l’impiego a vita era sufficiente conoscere il disegno tecnico, da trent’anni, serve anche saper usare il computer, poi l’inglese è diventato un must have nel mondo globale. Oggi serve anche saper collegare in modo intelligente tutte queste competenze con gli strumenti con cui lavoriamo: meccanica, elettronica, creatività, nuovi materiali, nuovi software e soprattutto serve il coraggio di fare nuove esperienze. Its Maker forma giovani esattamente in questa prospettiva, garantendo occupazione nel breve e lungo periodo e soprattutto un’alta qualità delle opportunità di lavoro. Per questo – conferma Claudio Galli, Direttore risorse umane di Kohler Engines – abbiamo creduto ed investito da subito in questo progetto, partecipando a costruire e a migliorare i programmi didattici, fornendo docenti con elevatissime competenze tecniche, ospitando in azienda lezioni, tirocini e, più recentemente, anche un laboratorio tecnologico dotato di hardware e software all’avanguardia”.

Il modello d’istruzione a cui si ispira ITS Maker, che offre una formazione biennale post diploma di alto livello, è quello ancora poco diffuso in Italia, del learning by doing, una forma di apprendimento esperienziale che valorizza al massimo la sinergia tra studio e azienda. I corsi prevedono periodi di formazione nelle migliori aziende meccaniche dei cinque territori: delle 2.000 ore di insegnamento, 800 sono tirocini didattici in azienda, anche all’estero.

Un percorso talmente efficace che il passaggio da studio a lavoro è estremamente fluido.
Alessandro Bertolini, ex studente del corso ITS Maker di Meccatronica di Reggio Emilia, oggi ha 21 anni e lavora come Tecnico di Laboratorio presso Bema Lab, una delle aziende partner, dice: “Qui vengono riassunti concetti teorici, pratici, comunicativi e di relazione con persone altamente qualificate che arrivano dalle imprese che finanziano il corso. Ci ho investito ed è stata una scelta vincente che consiglierei ai ragazzi della mia età”.

La cultura professionale tecnica, tecnologica e scientifica, promossa e finanziata da Fondo Sociale Europeo, MIUR e Regione Emilia-Romagna, costituisce un’opportunità lavorativa e di crescita concreta e di valore tanto per gli studenti neo-diplomati quanto per i drop-out universitari.
Le aziende partner di ITS Maker, a fronte dell’apertura a giugno delle iscrizioni ai prossimi corsi, hanno ora gli occhi puntati sui nuovi candidati: solo i tecnici migliori per le aziende migliori.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet