HERA – Patto di secondo livello sul 12%


BOLOGNA 23 NOVEMBRE 2017
Il gruppo Hera super blindato. Un altro patto di sindacato di secondo livello, dopo quello«storico» dei soci modenesi, si è aggiunto a quello principale composto dal plotone di 118 soci pubblici. Lo scorso 20 novembre 33 azionisti pubblici di Hera, già sottoscrittori del Patto principale, hanno sottoscritto un «contratto di sindacato dei soci pubblici di Hera dell’area di Bologna», che ha per oggetto la disciplina delle modalità di consultazione e di assunzione congiunta delle decisioni delle parti relative alla loro partecipazione in Hera, nonchè delle modalità di circolazione delle azioni vincolate al Patto. Il nuovo sindacato ha per oggetto 189.289.757 azioni ordinarie Hera del valore nominale di 1 euro, pari al 12,70794% del capitale di Hera detenute dai 33 soci. In sostanza, la mega multiutility guidata da Tomaso Tommasi di Vignano è controllata da un patto di sindacato in cui 118 degli oltre 200 soci pubblici hanno conferito le loro azioni e blindano il 49,6% del capitale di Hera. A questo si aggiungono due Patti di secondo livello, quello appunto di Modena che raggruppa 22 soci e blinda il 9,4% e quello recente di Bologna dei 33 soci che blindano il 12,7% del capitale.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet