GIMA TT – PROSEGUE IL RIMBALZO (+3,74%) / BENE IMA + 4,23 DOPO LO SHOPPING


BOLOGNA 25 APRILE 2018 Dopo aver messo a segno un +1,5% nella seduta di lunedì, ieri le azioni Gima TT hanno chiuso con un +3,74 % in area 16,64 euro. Gima TT è stato tra i titoli più tonici del Ftse Italia Star, a sua volta in rialzo . Nelle ultime due sedute della scorsa settimana le azioni della società, specializzata in macchinari per il packaging del tabacco, erano state penalizzate dall’uscita dei risultati di Philip Morris, nei quali gli investitori avevano trovato come maggiore preoccupazione la penetrazione più lenta del previsto delle IQOS in Giappone. Nelle prime due sedute di questa settimana il titolo ha iniziato la ripresa, a sostegno di una reazione in Borsa a suddetti dati di misura ingiustificata. Le raccomandazioni sul titolo, secondo i dati raccolte da Bloomberg, non sono infatti ancora cambiate a seguito della notizia, continuando ad evidenziare 3 “buy” e 2 “hold”, con un target price medio a 12 mesi fissato a 19,38 euro, che implica un upside di circa il 17% rispetto alla quotazione attuale.
IERI ha brillato in Borsa anche IMA che ha chiuso in aumento del 4,23% a 81,30 euro.
Un ottimo risultato e il titolo ritrova così i livelli persi lo scorso ottobre, grazie ad una rincorsa che da inizio anno ha portato le azioni di IMA a incrementare il proprio valore di quasi il 20%. Nella giornata di oggi il titolo è sostenuto dall’annuncio dell’acquisizione dell’82,5% di Tissue Machine Company, società leader nella produzione e nella commercializzazione di macchine automatiche per il confezionamento e la gestione di prodotti Tissue e Personal Care, per un corrispettivo di 58,5 milioni. Il gruppo TMC dovrebbe registrare nel 2018 ricavi per 80 milioni, un Ebitda di oltre 20 milioni e un indebitamento finanziario netto pari a 14 milioni. Da questo di evince che TMC tratta a 1,06x l’EV/Sales e 8,5x l’EV/EBITDA, multipli inferiori rispetto a quelli di IMA che tratta a 2,08 volte l’EV/Sales e 13,12 volte l’EV/EBITDA. Infine, secondo i dati raccolti da Bloomberg, le raccomandazioni su IMA si suddividono in 4 “buy” e 3 “hold”, con un target price medio a 12 mesi pari a 81,9 euro, che implica un upside di circa l’1,6% rispetto alla quotazione attuale.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet