From Energy to the Future. La sfida per un futuro migliore” oggi a Sassuolo l’evento organizzato da CEE


SASSUOLO 9 MAGGIO 2017 Gli effetti che il mercato libero ha prodotto sulle bollette, le prospettive di prezzo dei mercati elettrici e gas, l’impatto che le politiche di efficienza hanno prodotto nei processi produttivi, le politiche europee che condurranno a un mercato unico dell’energia e le recenti norme che porranno fine al mercato tutelato domestico e che quindi concluderanno il periodo di liberalizzazione iniziato nel 1999.

Questi alcuni degli argomenti che verranno approfonditi oggi dalle ore 11.00, presso il GreenLab Kerakoll, in via Pedemontana 25, a Sassuolo (MO) nel corso dell’evento “From Energy to the Future – La sfida per un futuro migliore” organizzato da CEE – Consorzio Esperienza Energia e che si svolgerà al termine dell’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio.
Nel corso della tavola rotonda “Energy-Business-Community”, coordinata da Patrizio Roversi e aperta dall’intervento del presidente di CEE, Roberto Kerkoc, si confronteranno con le imprese consorziate e del territorio sulle tematiche energetiche di interesse comune il presidente di Confindustria Emilia, Alberto Vacchi, il presidente di Coop Alleanza 3.0, Adriano Turrini, e il presidente di REF-4E (Economics, Engineering, Energy, Environment), Pia Saraceno.

Il CEE, promosso da Confindustria Emilia, Legacoop Bologna e Legacoop Estense, è uno dei più grandi consorzi nazionali per volumi di energia intermediata e lavora per circa 750 imprese, prevalentemente aderenti alle associazioni di categoria territoriali.

“Da ormai sedici anni CEE mette a disposizione delle imprese competenze, idee e professionalità con l’obiettivo di gestire le commodities energetiche con servizi ad hoc e un elevato livello di risparmio. Negli ultimi tre anni CEE ha moltiplicato il numero delle aziende consorziate, ha raddoppiato i propri volumi di energia e di gas naturale e oggi si posiziona tra i primi tre consorzi in Italia per volumi intermediati. Sappiamo che l’energia non apporta valore aggiunto al prodotto finito, ma rappresenta una spesa importante nei bilanci aziendali: per questo riteniamo che debba essere gestita in maniera efficiente, trasparente e al minor costo possibile”, dichiara il presidente di CEE, Roberto Kerkoc.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet