FERRARINI: SALVATAGGIO ARRIVA AL CLOSING


REGGIO EMILIA 19 FEB 2019 L’ufficialità arriverà lunedì, quando in tribunale sarà presentato il piano di rilancio e la proposta di concordato. Il termine è slittato di una settimana per problemi legati alle procedure del tribunale. Ma per la Ferrarini Spa, il ramo industriale del gruppo, il futuro comincia a delinearsi in modo chiaro. Durante l’incontro che si è svolto nello stabilimento di Rivaltella, la presidente Lisa Ferrarini, insieme ai suoi consulenti, ha illustrato ai sindacati il piano industriale. Pini, il gruppo della provincia di Sondrio produttore di bresaole, acquisirà la maggioranza delle azioni di Ferrarini. Il colosso dei pollami Amadori è invece interessato all’acquisto di Vismara: a breve sarà sottoscritto l’accordo. “Non parliamo più di indiscrezioni ma di fatti – ha detto Marco Bermani, segretario nazionale della Flai Cgil -. Due importanti gruppi del settore entreranno nell’assetto societario dell’azienda”. Uno scenario dunque visto positivamente dai sindacati, perché in grado di garantire la continuità occupazionale. All’incontro hanno partecipato i rappresentanti locali e nazionale di categoria di Cgil, Cisl e Uil che hanno annunciato il via alle assemblee negli stabilimenti di Reggio, Parma e Lecco (dove ha sede Vismara), non appena il piano sarà presentato in tribunale. Solo allora si sapranno nel dettaglio le quote di partecipazione dei dei gruppi e quanto resterà in mano alla famiglia Ferrarini.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet