FERRARI: ECCO LE RAGIONI DEL SUCCESSO


MARANELLO 3 NOVEMBRE 2017 Ieri in Borsa, un po’ a sorpresa il titolo Ferrari che da mesi galoppa il rialzo superando di slancio i 100 euro che valgono il raddoppio dall’ingresso in Borsa ha perso il 2,89% fermandosi a 100,80 euro nonostante una serie di notizie oltremodo positive.
Eccole:
*Ferrari: utile netto 3* trim. sale a 141 mln (+24% a/a)
*Ferrari: utile netto 9 mesi sale a 401 mln (+39% a/a)

Ferrari: alza stima ricavi 2017 da 3,3 a 3,4 mld

*Ferrari: consegne a circa 8.400 unita’ in 2017
*Ferrari: rivisto al rialzo outlook 2017

Ferrari: terzo trimestre da record

–Ferrari rivede al rialzo l’outlook 2017. La Rossa di Maranello, informa una nota, rivede le consegne a 8.400 unita’, incluse le supercar e alza la stima dei ricavi netti: dai 3,3 miliardi previsti a quota 3,4 mld. Per l’adjusted Ebitda si prevede di raggiungere 1 miliardo (in aumento rispetto alle previsioni di 950 milioni fatte in precedenza). Anche per l’indebitamento industriale netto si prevedono performance migliori. Quest’ultimo si stima scenda sotto i 500 milioni (era previsto pari al mezzo miliardo), inclusa una distribuzione ai possessori di azioni ordinarie ed esclusi potenziali riacquisti di azioni.
–Ferrari archivia i nove mesi del 2017 con un utile netto adjusted in aumento del 39% a 401 milioni di euro. L’utile nel terzo trimestre si e’ attestato invece a 141 mln (+24% a/a). Nel terzo trimestre i ricavi netti hanno raggiunto quota 836 milioni, con un incremento di 53 milioni o del 6,7% (+9,3% a cambi costanti, soprattutto a causa dell’indebolimento del dollaro rispetto all’euro) rispetto allo stesso periodo 2016. L’adjusted Ebitda e’ pari a 266 milioni, con un margine del 31,8% (30,4% al netto delle coperture valutarie) e l’adjusted Ebit si attesta a 202 milioni. L’indebitamento industriale netto, informa una nota, e’ sceso a 485 milioni di euro dal 31 dicembre 2016. Sempre nel terzo trimestre del 2017 le vetture consegnate hanno raggiunto le 2.046 unita’, con un incremento di 68 unita’ o del 3,4% rispetto all’anno precedente. Questo risultato e’ stato trainato da un aumento del 27% delle vendite dei modelli a 12 cilindri (V12), mentre quelle dei modelli a 8 cilindri (V8) hanno registrato un calo di poche unita’, principalmente a causa dell’uscita dal mercato della California T. La forte performance dei modelli V12 e’ stata guidata dalla GTC4Lusso e da LaFerrari Aperta, andamento in parte compensato dalla F12berlinetta in fase di uscita dal mercato e dalla F12tdf, che sta concludendo il suo ciclo di produzione limitato. La 812 Superfast e’ appena stata introdotta nella regione Emea e ha gia’ una lunga lista d’attesa che va oltre il 2018. Le performance dei modelli V8, che hanno risentito degli effetti dell’uscita dal mercato della California T, sono state quasi del tutto compensate da quelle della famiglia 488 e della GTC4Lusso T. Le consegne della Ferrari Portofino, presentata di recente, inizieranno nel 2018.
E in F1?
«Nel 2017 abbiamo fatto bene se si considera il punto di partenza. Abbiamo il rimpianto di non essere riusciti a fare meglio, la macchina (la Ferrari SF70H) era buona. Nel 2018 faremo molto meglio». Così il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, ha risposto nella conference call sulla stagione in F1 della Rossa di Maranello.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet