Alessandro Malavolti (FEDERUNACOMA) EIMA Show, un “presidio strategico” per l’agricoltura 4.0


BOLOGAN 18 LUGLIO 2018 L’evento di EIMA Show – la tre giorni di prove dimostrative di macchine e tecnologie per l’agricoltura 4.0 – si è concluso domenica pomeriggio a Casalina di Deruta (PG) con un bilancio complessivamente positivo. Molto buoni i contenuti tecnici della manifestazione per la presenza di trattrici, macchine operatrici, attrezzature e sistemi di guida e controllo digitale di alto livello tecnologico; e altrettanto positive le soluzioni logistiche e organizzative, volte a razionalizzare il programma delle lavorazioni e ad agevolare le visite da parte di agricoltori, contoterzisti e operatori economici. I dati sull’affluenza di pubblico – diffusi dagli enti organizzatori (FederUnacoma, UmbriaFiere, Coldiretti, Università di Perugia, Fondazione per l’Istruzione agraria in Perugia e CESAR) indicano un totale di 6 mila visitatori, in larga parte provenienti dall’Umbria. Per svilupparsi in modo significativo e per mettere a frutto le sue straordinarie potenzialità, EIMA Show deve dunque superare – secondo FederUnacoma – la dimensione locale divenendo nel calendario fieristico un evento di richiamo nazionale. “E’ una sfida che possiamo affrontare grazie al prezioso supporto di UmbriaFiere e della Fondazione per l’Istruzione agraria di Casalina – sostiene il Presidente di FederUnacoma, il reggiano Alessandro Malavolti (gruppo AMA) – ma che necessita di un grande impegno anche da parte dell’organizzazione professionale agricola coinvolta nell’iniziativa”. “Del resto l’agricoltura 4.0 rappresenta la nuova frontiera della meccanizzazione – sostiene Malavolti – ed eventi come quello di Casalina rappresentano un presidio strategico perché servono proprio a diffondere (anche mediante la presenza della stampa e la risonanza nelle reti e nei social network) quei concetti di agricoltura di precisione e agricoltura digitale che saranno il tema forte di EIMA International a novembre, e che rappresentano il futuro stesso dell’agricoltura”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet