FEDERUNACOMA EIMA Agrimach, il motore dell’agricoltura asiatica


BOLOGNA 7 DICEMBRE 2017 Si apre stamattina a New Delhi la quinta edizione biennale di EIMA Agrimach, la rassegna internazionale della meccanica agricola organizzata grazie alla partnership italo-indiana tra la federazione delle camere di commercio e dell’industria indiana FICCI e la federazione dei costruttori italiani di macchine agricole FederUnacoma. L’edizione 2017 – che viene allestita come da tradizione presso il Campus dell’istituto indiano per la ricerca in agricoltura IARI, situato a Pusa alla periferia di Delhi, e che impegnerà tre giornate da giovedì 7 al sabato 9 – si consacra come punto di riferimento per gli operatori dell’India e dell’intera area asiatica. Trattori, mietitrebbiatrici, macchine per la lavorazione del terreno, macchine per i trattamenti, sistemi per l’irrigazione, impianti per gli allevamenti, oltre che componenti, accessori e ricambi, prodotti da 300 industrie costruttrici, sono in mostra ad EIMA Agrimach, dinnanzi ad un pubblico che nell’ultima edizione (dicembre 2015) ha raggiunto le 38 mila unità e che quest’anno si attende ancora più numeroso. Il successo della manifestazione è legato alla formula espositiva, che prevede la mostra statica dei macchinari all’interno degli stand e prove dimostrative allestite negli spazi esterni, che consentono agli agricoltori e ai tecnici della meccanica agricola di apprezzare dal vivo le caratteristiche dei mezzi e la loro funzionalità. Ma è legato anche alla presenza di istituzioni come il Ministero indiano dell’Agricoltura e l’Indian Council of Agricultural Research che sono co-organizzatori della manifestazione e che svolgono una funzione di orientamento e sviluppo dei contenuti tecnici della stessa in funzione delle esigenze crescenti di meccanizzazione agricola del Paese. Da parte italiana, la partnership vede il coinvolgimento della Regione Emilia Romagna, che ospita alcuni fra i più importanti distretti industriali della meccanica agricola, e l’ICE Agenzia, l’organismo che promuove le relazioni economiche e commerciali tra l’Italia e i Paesi esteri. Proprio al contributo dell’ICE Agenzia si deve l’organizzazione, insieme a FederUnacoma, di delegazioni di operatori esteri, che nel corso di EIMA Agrimach daranno vita ad un fitto programma di incontri d’affari con le industrie espositrici. I Paesi presenti con delegazioni ufficiali sono Bangladesh, Cambogia, Filippine, Indonesia, Malaysia, Myanmar, Sri Lanka, Tailandia, Vietnam. A questi si aggiungono centinaia di operatori esteri che partecipano alla rassegna al di fuori delle delegazioni e che contribuiscono a dare ad EIMA Agrimach la dimensione del grande evento internazionale.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet