FCA: SCIOPERO MASERATI A MODENA, FIOM CHIEDE CONFRONTO CON MISE


MODENA 14 DICEMBRE 2017 Ieri mattina i lavoratori della Maserati di Modena si sono fermati per quattro ore aderendo allo sciopero indetto dalla Fiom per chiedere certezze sulle prospettive di rilancio produttivo dello stabilimento, che subira’ un nuovo lungo stop produttivo con i dipendenti messi in cassa integrazione dal 15 dicembre al 7 gennaio, ferie comprese. Lo comunica la Fiom Cgil in una nota, indicando che l’adesione allo sciopero e’ stata totale. ‘La Fiom e’ in campo per il futuro occupazionale dei lavoratori di Fca. A Pomigliano abbiamo promosso l’incontro dei lavoratori con le istituzioni e i parlamentari; a Torino abbiamo chiesto l’apertura di un confronto al Comune e alla Regione; e a Modena abbiamo indetto uno sciopero che ha ottenuto il 100% delle adesioni’, ha dichiarato Michele De Palma, segretario nazionale e responsabile automotive Fiom. ‘Oggi la Fiom partecipa con i delegati di Cassino e Melfi all’audizione alla Commissione Lavoro del Senato per avere chiarimenti sulle ricadute occupazionali dei programmi industriali di Fca, con particolare riguardo agli stabilimenti del Lazio e della Basilicata’. Secondo De Palma, ‘il tempo delle promesse e’ finito, e’ urgente che il ministero dello Sviluppo economico intervenga, convocando un tavolo sul settore automobilistico per affrontare le problematiche e le prospettive di un settore strategico come l’automotive, sia dal punto di vista industriale che da quello occupazionale’.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet