Farete 2016: oggi e domani la quinta edizione della due giorni delle imprese.


BOLOGNA 5 SETTEMBRE 2016 Oggi e domani a Bologna Fiere ritorna l’appuntamento con Farete, la due giorni delle imprese promossa e organizzata da Unindustria Bologna, con la collaborazione di Legacoop Bologna. Farete giunge quest’anno alla quinta edizione e per il secondo anno consecutivo si svolgerà nei padiglioni 15 e 18 .

La manifestazione, che lo scorso anno ha registrato 14.000 presenze, nelle prime quattro edizioni ha richiamato oltre 45.000 visitatori, coinvolgendo oltre 2.000 aziende espositrici che hanno organizzato più di 9.000 incontri B2B prefissati con le agende elettroniche nel portale. Anche quest’anno Farete sarà la grande vetrina in cui tutte le eccellenze produttive e dei servizi del territorio bolognese, e non solo, potranno presentarsi, incontrarsi e sviluppare opportunità di business. Anche per l’edizione 2016 si conferma il sold out di espositori, con più di 600 aziende iscritte per un totale di oltre 900 stand espositivi. Questi copriranno l’intera superficie espositiva di 20 mila metri quadrati. Sono in programma più di 60 workshop.

Inoltre, come di consueto, l’International Club darà l’occasione alle imprese manifatturiere del territorio di incontrare buyers internazionali: sono 53 gli operatori esteri, provenienti da 20 Paesi (Arabia Saudita, Danimarca, Emirati Arabi Uniti, Filippine, Francia, Germania, Giordania, India, Malesia, Polonia, Qatar, Repubblica Ceca, Singapore, Slovenia, Sud Africa, Svizzera, Tunisia, Turchia, Ucraina, Vietnam), e quasi 600 gli appuntamenti b2b già fissati.

Il momento inaugurale di Farete anche quest’anno sarà rappresentato dall’Assemblea Generale di Unindustria Bologna, che si terrà lunedì 5 settembre alle ore 11.00 nel padiglione 18, e sarà l’occasione per condividere alcuni spunti di riflessione su temi di particolare rilevanza per chi fa impresa quali mercati, innovazione e società.
Ad aprire i lavori sarà la relazione del Presidente di Unindustria Bologna, Alberto Vacchi. Successivamente sul palco principale interverranno l’economista Jean-Paul Fitoussi, il fisico e presidente della Commissione Grandi Rischi Sergio Bertolucci e il sociologo Enrico Finzi.
Le conclusioni dell’Assemblea Generale saranno invece affidate all’Arcivescovo di Bologna, S. E. Mons. Matteo Zuppi.

Lunedì alle 15.30, nella Sala Opera, si terrà la cerimonia di premiazione della prima edizione del concorso letterario internazionale “Scintille di Minerva”, ideato dalla casa editrice Minerva con il supporto di Unindustria Bologna, partner primario nell’organizzazione, e il patrocinio dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti. Il vincitore sarà proclamato dal Presidente di Unindustria Bologna, Alberto Vacchi, alla presenza, come ospite d’onore, dell’imprenditore Alessandro Benetton, dell’editore di Minerva Roberto Mugavero e della “Giuria di Autorità”, presieduta dal giovane emergente scrittore di successo Francesco Vidotto. La premiazione di lunedì sarà la parte conclusiva di “FARETE…Scintille”, l’evento che vuole celebrare la finale della prima edizione del concorso e che

vivrà la sua anteprima domenica 4 settembre, alle ore 18.00, nel salone “Rinascimento” del Grand Hotel Majestic “già Baglioni” di Bologna dove si terranno le letture teatrali dei finalisti del concorso, ma vi saranno anche importanti momenti musicali e di intrattenimento con i talenti musicali dell’Orchestra Senzaspine del Conservatorio “G.B. Martini” e la giovane promessa della musica italiana Emanuele Fasano.

Sempre lunedì 5 settembre, alle ore 16.00, sul palco principale saranno presentati i risultati conseguiti ed i progetti futuri, frutto della collaborazione tra Unindustria Bologna e Università di Bologna, che ha dato vita all’incubatore Almacube, con l’evento “Spin Off e Startup innovative: dalla ricerca al mercato”. Dopo i saluti introduttivi di Tiziana Ferrari, Direttore Generale di Unindustria Bologna, e Rosa Grimaldi, Delegata all’Imprenditorialità dell’Università di Bologna, si analizzeranno i casi di due spin off di successo, Alma Automotive e Miamed, e verranno poi presentate, con la formula dell’elevator pitch, 12 idee imprenditoriali di startup, alcune già costituite e ospiti in AlmaCube, altre allo stadio di progetto, che avranno a disposizione quattro minuti a testa per raccontarsi. Al Presidente di AlmaCube, Alessandro Grandi, spetteranno invece le conclusioni.

Martedì 6 settembre, alle ore 9.30, sul palco principale spazio alla formazione con Farete Scuola. Sarà il momento di presentazione di tutti i progetti promossi da Unindustria Bologna per il mondo della scuola. Sono più di 2.000 le famiglie coinvolte, nel 2016, nelle diverse iniziative cha partendo dalla 4^ classe elementare arrivano sino al Club dell’alternanza scuola-lavoro degli istituti superiori. La giornata sarà aperta dagli interventi di Sandra Samoggia, consigliere delegato alla formazione e università di Unindustria Bologna, e Giovanni Schiavone, direttore Ufficio Scolastico Regionale – Ambito territoriale di Bologna, sul palco si succederanno le conclusioni delle diverse iniziative e le premiazioni delle attività realizzate dall’Associazione con le scuole: “Premio Like”, “Industriamoci – Il valore della cultura tecnica e d’impresa – Crea il tuo slogan Bologna e Imola”, “Eureka! Funziona!” e “S. e T.”.

Dalle ore 10.00 nella sala 5, invece, si terrà il Seminario sulle reti d’impresa nel comparto biomedicale organizzato da Assobiomedica e RetImpresa, che verrà aperto dai saluti del Presidente di Assobiomedica, Luigi Boggio, del Presidente di Unindustria Bologna, Alberto Vacchi, e dell’Assessore alle Attività Produttive della Regione Emilia-Romagna, Palma Costi.
“Siamo molto orgogliosi di dare il nostro contributo a Farete 2016 – ha dichiarato il Presidente di Assobiomedica, Luigi Boggio – soprattutto perché il settore dei dispositivi medici presenta una serie di caratteristiche favorevoli alla diffusione del contratto di rete d’impresa. Infatti, i contratti di rete permettono soprattutto alle nostre piccole e medie imprese, che rappresentano il 96% del totale, di essere più competitive nel contesto internazionale superando i limiti dimensionali e proponendosi verso l’esterno come realtà uniche, capaci di confrontarsi in particolar modo negli ambiti della ricerca, innovazione e internazionalizzazione”.

Sempre martedì 6 settembre, a partire dalle ore 10.00, la Sala Opera ospiterà il Print Buyers’ Forum, organizzato da Comunico Italiano. Il forum, suddiviso in tre sezioni tematiche di 2 ore ciascuna, mette a confronto le esperienze dei principali Print Buyer italiani con gli esperti di tecnologia per trovare una sintesi che possa aiutare il made in Italy nel mondo.

Infine, come di consueto, spetterà al Gruppo Giovani Imprenditori di Unindustria Bologna chiudere la due giorni delle imprese. Martedì 6 settembre, alle ore 16.30, sul palco principale si terrà l’evento “Questione di coraggio”. Dopo i saluti introduttivi del Presidente dei Giovani Imprenditori di Unindustria Bologna, Enrica Gentile, il giornalista di Radio1 Ruggero Po intervisterà Mario Cucinella, fondatore della Mario Cucinella Architects, Sergio Dompé, presidente della Dompé Farmaceutici, Roberto Donadoni, allenatore del Bologna FC 1909, e Massimiliano Magrini, Co-founder e Managing Partner di United Ventures. Le conclusioni saranno del Presidente di Unindustria Bologna, Alberto Vacchi.

“Siamo particolarmente orgogliosi di essere giunti alla quinta edizione di questa nostra iniziativa su cui abbiamo scommesso, insieme all’amico Giampiero Calzolari, fin dal 2012, e che nel corso di questi anni si è conquistata un ruolo in città. Ogni anno il contenitore si riempie di nuovi contenuti e nuovi progetti. L’edizione 2016 l’abbiamo dedicata all’iniziativa “Ripartiamo dalla Bellezza”. A tale proposito nell’area espositiva sarà presentato in anteprima il progetto vincitore sullo stabilimento dell’ex cartiera di Marzabotto. Sold out di espositori. Le numerose adesioni di imprese emiliane, non solo bolognesi, che crescono di anno in anno, sono un buon indicatore del dinamismo e della vivacità della nostra area”, dichiara Alberto Vacchi, Presidente di Unindustria Bologna.

“Rinnoviamo anche quest’anno la nostra partnership con Unindustria per un appuntamento che si conferma come uno dei più vitali per il tessuto economico e imprenditoriale del nostro territorio. Quest’anno Legacoop Bologna porta a Farete “Vicoo-Visioni Cooperative” il laboratorio di idee che abbiamo creato in collaborazione con l’Università di Bologna e altri centri di ricerca e di studio attivi in Italia e nel panorama internazionale. Siamo fortemente convinti, infatti, che la nostra associazione debba continuare a lavorare sulle traiettorie di ricerca, sviluppo e formazione per sostenere la competitività delle cooperative bolognesi che si misurano quotidianamente su mercati locali e globali”, afferma Rita Ghedini, Presidente di Legacoop Bologna.

Unindustria Bologna ringrazia tutti gli sponsor che hanno reso possibile la realizzazione dell’edizione 2016 di Farete: il main sponsor Unipol Gruppo; gli sponsor Unisalute, Buonristoro, Toyota Material Handling, Carisbo, Retindustria, Umana, BluVanti, Due Torri; gli sponsor tecnici MtCom, Sofa Soft, Saca, Immagini e Suoni e Società Dolce.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet