DRAGHI RASSICURA, BPER “in positivo” TRA MIGLIORI DEL LISTINO


MODENA 22 LUGLIO 2016 Le parole del Governatore Mario Draghi sulla possibilità di attivare aiuti di stato per le banche in tema di Npl (non performing loans) fanno bene alle banche quotate a Piazza Affari che ieri subito dopo le decisioni della BCE hanno ripreso positività.
BPER è stata a lungo tra i maggiori rialzi di Piazza Affari e ha chiuso con un +3,21%. Ha fatto meglio di Unicredit e solo Banco Popolare ha fatto segnare una performances migliore (+3,9%).
Draghi ha aperto anche a flessibilità sulle norme bail in.
La Banca centrale europea (Bce) ha lasciato invariato a zero il tasso di rifinanziamento principale, in linea con le attese degli analisti, a seguito della riunione del comitato esecutivo. Lo ha reso noto la Bce, che ha anche confermato a -0,40% i tassi sui depositi overnight presso lo sportello Bce. Il tasso di rifinanziamento marginale resta inoltre allo 0,25%. Nessuna variazione anche per quanto riguarda il programma di acquisti da 80 miliardi che proseguira’ fino al marzo 2017 “o oltre se necessario”. Il Consiglio direttivo – aggiunge la Bce – “continua a attendersi che i tassi di riferimento della Banca centrale rimangano al livello attuale o inferiore per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l’orizzonte degli acquisti netti di attivita’”

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet