DEBUTTO DA SUPER-STAR IN BORSA PER GIMA TT : + 22,40% SU NUOVE ACQUISIZIONI E CRESCITA ORGANICA


BOLOGNA 3 OTTOBRE 2017 GIMA TT è letteralmente esploda al suo debutto in Borsa.
La società controllate dalla famiglia Vacchi opera nel settore delle macchine automatiche per il packaging dei prodotti derivati del tabacco e in particolare dei c.d. prodotti di nuova generazione (reduced-risk products).
Il prezzo di apertura è stato pari a Euro 14,25, in crescita del 14% rispetto al prezzo di offerta
(pari a Euro 12,50).
Il titolo ha scambiato nella prima giornata n. 11.731.599 azioni ed ha chiuso la seduta a un
prezzo di Euro 15,30, in aumento del 22,4% rispetto al prezzo di offerta.
I Coordinatori dell’Offerta e Joint Bookrunners sono BofA Merrill Lynch, Equita SIM S.p.A.,
Mediobanca – Banca di Credito Finanziario S.p.A. e UniCredit Corporate & Investment Banking.
Equita SIM S.p.A. agisce anche come Sponsor.
“Stiamo guardando realtà interessanti per aumentare la nostra gamma prodotti”. A dirlo è il presidente di Gima TT, Sergio Marzo a margine della cerimonia di quotazione della società, che ha debuttato oggi a Piazza Affari, nel segmento Star. 

Quanto ai tempi, il presidente ha sottolineato che la società è “in fase di scouting” e che non sarà “nel breve termine”, senza però escludere che qualcosa possa avvenire nel primo semestre del prossimo anno.
Il 2017 e’ “un anno molto forte, di crescita rispetto all’anno scorso. Anche per il 2018 ci aspettiamo di raggiungere risultati in linea con le aspettative del mercato”. E’ quanto ha affermato Sergio Marzo, presidente di Gima TT , a margine della cerimonia di debutto della societa’ a piazza Affari. “Per il 2017 il nostro obiettivo di fatturato e’ di salire a 140-145 mln euro dai 100 mln del 2016, in linea con il consenso. Nel 2015 eravamo a 70 mln”, ha aggiunto Marzo. “Il consenso poi vede i ricavi 2018 a 180 mln euro. In termini di Ebitda non abbiamo fornito un obiettivo. Il consenso e’ posizionato su un 40% del fatturato, sia per il 2017 sia per il 2018”, ha ricordato il presidente.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet