Da Eima Argo Tractors lancia la sfida per uno sviluppo a livello globale


FABBRICO 12 NOV 2018
Partenza in grande stile per Argo Tractors ad Eima International 2018, l’importante fiera della meccanizzazione agricola che si è aperta mercoledì a Bologna, richiamando addetti del settore, stampa e pubblico da tutto il mondo. Il Gruppo industriale, che presenta importanti innovazioni sui propri trattori Landini, McCormick e Valpadana, ha illustrato nel corso di in un’affollata conferenza stampa i risultati raggiunti, i progetti e gli obiettivi futuri.
“Gli obiettivi per i prossimi 5 anni – ha annunciato nel corso dell’incontro con la stampa Alberto Morra, membro del comitato di direzione di Argo Tractors – sono di arricchire la nostra line-up di prodotto, sia verso il basso sia verso l’alto di gamma, con prodotti entry level da un lato e tecnologicamente specificati dall’altro, diventare ancora più globali per coprire tutte le parti del mondo dove non siamo ancora presenti e competere sempre più ad ampio raggio per tagliare traguardi ancora più ambiziosi, grazie a quello che è sempre stato e sempre sarà il nostro focus: il trattore”.
Dopo i saluti da parte di Mario Danieli, Country Manager Italia, Antonio Salvaterra, Direttore Marketing di Argo Tractors, ha illustrato le linee di prodotto e le novità che interessano i marchi del gruppo, partendo da McCormick, sintesi perfetta di potenza e tecnologia, e in particolare dalla serie X7.6 P6-Drive: numerosi gli aggiornamenti introdotti, che garantiscono un aumento delle performance e della tecnologia a bordo, rendendo il mezzo user friendly e connesso ad un sistema telematico di fleet management. Il maggior comfort si evidenzia poi nell’alta qualità dei materiali utilizzati, nell’attenzione ai dettagli, nella cabina spaziosa e silenziosa.
Nella gamma Landini fari puntati sulla serie REX 4, con il Model Year 2019 in un’inedita livrea azzurro metallizzato e cerchi mat black, vincitore del Premio Novità Tecnica Eima 2018 grazie all’Advanced Driving System, il progetto di guida assistita sviluppato da Argo Tractors. “Questo riconoscimento – ha dichiarato Antonio Salvaterra – conferma l’impegno profuso da Argo Tractors nello sviluppo di soluzioni che rendano più sicuro ed efficiente il lavoro dei nostri clienti, sfruttando soluzioni meccatroniche all’avanguardia. Argo Tractors ha poi intrapreso nell’ultimo anno una strategia di marketing e comunicazione volta a rafforzare l’identità dei nostri marchi e a veicolare i valori di innovazione, tecnologia e passione racchiusi nei nostri trattori”.
Argo Tractors Spa con sede a Fabbrico (Reggio Emilia) produce trattori con i marchi Landini, McCormick e Valpadana e fa parte del Gruppo industriale Argo. In poco più di 15 anni Argo Tractors Spa ha triplicato i volumi di produzione con una notevole crescita in termini di risultati concreti: un fatturato consolidato di 500 milioni di Euro, 1.800 dipendenti, 6 stabilimenti produttivi, 8 filiali commerciali nel mondo, 130 importatori esteri e 2.500 concessionarie. Dati che hanno portato i marchi Landini, McCormick e Valpadana a collocarsi in una posizione di rilievo sul mercato domestico nel settore dei trattori e a rappresentare un player di primaria importanza a livello internazionale, confermando il valore di una strategia di successo nell’ambito di una logica di gruppo.
Franco Artoni, Business Development Manager – Global Marketing and Parts, ha fatto il punto su Argo 4.0, il progetto di digitalizzazione annunciato ad Agritechnica 2017 e che ora è pienamente a regime: “Nel corso dell’ultimo anno – ha spiegato – il gruppo si è mosso, anche con importanti investimenti, lungo 3 principali direttrici: la cura del cliente e della sua soddisfazione, l’immagine dei nostri dealer e la trasformazione digitale. Sono stati introdotti strumenti che permettono di aumentare il livello di servizio al cliente e altri che puntano a favorire la crescita della nostra rete commerciale, a partire dall’immagine dei nostri rivenditori o dall’utilizzo di nuove piattaforme web, e-commerce e social media. Il risultato è che i nostri rivenditori, peraltro in aumento, sono entusiasti e i nostri clienti soddisfatti”.
Ad entrare nel dettaglio dei risultati raggiunti e delle strategie di sviluppo della rete vendita è stato Simeone Morra, Corporate Business Director, il quale ha evidenziato come i prossimi obiettivi aziendali riguardino in particolare “la conquista dei mercati dell’Est, dalla Russia all’India alla Cina, la creazione di nuove partnership commerciali sull’esempio di quanto fatto con Anadolu in Turchia, l’apertura di nuove filiali e lo sviluppo di quelle esistenti come ad esempio in Sud Africa, l’accrescimento di realtà consolidate come in Tunisia e l’individuazione di nuovi importatori e distributori in aree strategiche come Danimarca e Romania”.
“Sappiamo che la sfida sarà impegnativa e difficile – ha concluso la conferenza stampa Alberto Morra – perché sul mercato tutti abbiamo piani ambiziosi e stornare quote alla concorrenza non sarà facile, ma lavorando con determinazione, coraggio e passione, come abbiamo sempre fatto, sono certo che coglieremo meravigliose soddisfazioni”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet