CRISI ARTONI TRASPORTI- ORE DECISIVE


REGGIO EMILIA 9 MARZO 2017 Anche la Regione Emilia Romagna scende per sollecitare una soluzione positiva alla crisi della Artoni Trasporti. Ieri mattina a Bologna c’è stato un incontro con le associazioni di impresa, Cna, Legacoop e i sindacati per fare il punto sulla crisi. Al termine è stato sottoscritto un verbale che sintetizza la posizione del territorio emiliano-romagnolo, da portare al tavolo nazionale a Roma che si riunirà al Ministero dello Sviluppo economico martedì 14 marzo.
E’ stata ribadita anche la necessità di mettere in campo, con rapidità, ammortizzatori sociali straordinari per i dipendenti dell’Artoni e di quelle mono-committenti a essa collegata, ma anche ammortizzatori in deroga per i lavoratori dell’indotto.
Entro domani però Artoni e Fercam devono tentare nuovamente di trovare un punto d’accodo su un piano che soddisfi entrambi. Il progetto, che dovrebbe coinvolgere circa 150 lavoratori dipendenti su 560, verrà poi presentato il 14 marzo, di nuovo a Roma. In quella sede si saprà se il salvataggio della Artoni, per mano del colosso di Bolzano, è praticabile o meno. All’appuntamento sono convocate anche le regioni, chiamate a far fronte alle ripercussioni sociali legate a un fallimento del negoziato.
L’indotto del gruppo Artoni supera i 2.500 operatori.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet