Crif ha confermato il rating di lungo termine non sollecitato su Ferrari  


MARANELLLO 13 APRILE 2017 Crif ha confermato il rating di lungo termine non sollecitato su Ferrari  ‘BBB’ e contestualmente ha rivisto l’outlook a ‘positivo’ da ‘stabile’. “La conferma del rating – si legge in una nota dell’agenzia bolognese – e’ supportata dal solido profilo di business di Ferrari  e da dinamiche di mercato favorevoli nel segmento delle auto sportive di lusso, che beneficia di maggiore stabilita’ e profittabilita’ rispetto al mercato delle auto di massa. Nel 2016 il gruppo ha mantenuto un profilo finanziario conservativo e ridotto l’indice di leva Ebitda Net Leverage a 1,6 volte da 2,6 volte a fine 2015 su base consolidata e a 1,0 volte da 1,6 volte su base industriale (escludendo il contributo delle attivita’ di captive finance)”. “L’outlook positivo e’ una conseguenza dell’accelerata riduzione della leva finanziaria ottenuta grazie alla cessione di una quota di maggioranza in Ferrari  Financial Service GmbH (la controllata tedesca che offre servizi di captive finance in Europa) a Fca  Bank, assieme alle aspettative di Crif circa favorevoli sviluppi del mercato che possono tradursi per il gruppo nella costante crescita dei ricavi, una sana profittabilita’ e l’ulteriore riduzione del debito nei prossimi anni. I rischi derivanti dal crescente protezionismo e dall’introduzione di piu’ stringenti standard per le emissioni in alcuni paesi possono tuttavia minacciare la crescita di Ferrari  nel medio termine”, sottolinea ancora Crif. 

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet