CREDEM PARTNER DELLE IMPRESE NELLA GESTIONE DEL WELFARE AZIENDALE


REGGIO EMILIA 12 GENNAIO 2018 Credem, tra i principali gruppi bancari italiani quotati con 692 tra filiali, centri imprese e negozi
finanziari ed oltre sei mila dipendenti in tutta Italia, ha siglato una partnership con Eudaimon, società
leader in Italia nella consulenza in ambito welfare aziendale, per offrire alle imprese clienti della banca
una piattaforma per implementare e gestire i programmi di welfare aziendale interno. L’obiettivo è
ampliare la gamma di servizi a disposizione delle imprese clienti, dalla grande azienda alla Pmi, con
soluzioni per il welfare aziendale, ambito strettamente connesso al rapporto impresa-dipendente.
Nel dettaglio, con “welfare aziendale” si fa riferimento all’insieme di benefit e prestazioni previste dal
legislatore che l’azienda può erogare per migliorare la qualità della vita ed il benessere dei dipendenti
e dei loro familiari. La recente apertura normativa ha favorito una rapida e costante crescita della
domanda di servizi in tale ambito. La piattaforma offerta da Credem ed Eudaimon è ottimizzata per
pc, tablet e smartphone e consente alle aziende clienti di dotarsi di un portale attraverso cui i
dipendenti possano accedere con semplicità a servizi assistenziali, sanitari e previdenziali, assicurativi
e bancari, il tempo libero e la cultura, rimborsi delle spese sostenute per l’educazione dei figli e la cura
della famiglia, all’acquisto di beni e servizi. A livello di sistema, è stimato che il 40% delle imprese
italiane abbia attivato almeno un servizio welfare, ma che pochissime dispongano di una piattaforma
completa che consenta di diversificare l’offerta di beni e servizi, semplificare la spendibilità dei premi
e promuovere e valorizzare al meglio, sia all’interno dell’azienda sia verso il mercato, gli investimenti
fatti (fonte AIWA – Associazione Italiana Welfare Aziendale). In meno di due anni, da maggio 2016 a
settembre 2017, sono stati depositati presso le Direzioni Territoriali del Lavoro 25.568 accordi di
produttività e dei 13 mila contratti ancora attivi, il 31% prevede già misure di welfare aziendale (fonte
AIWA – Associazione Italiana Welfare Aziendale). Un contesto particolarmente attivo, senza contare i
piani di welfare “on top”, ossia quelli ad oggi più diffusi, erogati in forma volontaria o obbligatoria da
parte delle aziende, senza però essere alimentati dalle risorse del premio di produttività. Infine occorre
evidenziare come tutti i principali CCNL rinnovati negli ultimi due anni prevedano prestazioni minime
di welfare aziendale contrattuale.
pensato e sviluppato allo scopo di rispondere ai bisogni di welfare e di conciliazione vita – lavoro dei
quasi 6 mila dipendenti del Gruppo. Nel corso del 2017 ha introdotto con il partner Eudaimon, a valle
di specifico accordo sindacale ed a seguito di un articolato processo di studio della normativa di
riferimento, un piano di flexible benefits che consente, partendo da un plafond definito, di attingere
ad una gamma di servizi e prestazioni a supporto di diverse aree come protezione, supporto personale,
salute e benessere, work life balance, potere d’acquisto e tempo libero. Il piano si caratterizza non
solo per i servizi e beni disponibili, ma anche per la possibilità degli stessi dipendenti di personalizzarlo.
Aziende ed enti del territorio, particolarmente focalizzati sui servizi alla persona, avranno l’opportunità
di diventare fornitori della piattaforma, contribuendo così alla costruzione di una rete di benessere e
protezione integrativa del servizio pubblico. Con questo approccio Credem ha l’obiettivo da un lato di
migliorare la qualità della vita privata e lavorativa dei sui dipendenti e dall’altro di valorizzare le migliori
eccellenze locali, promuovendo lo sviluppo del territorio e offrendo servizi che si caratterizzano per
qualità e vicinanza rispetto ai bisogni espressi. Proprio questa positiva esperienza ha spinto Credem a
mettere a disposizione delle imprese clienti i medesimi servizi che ha potuto sperimentare.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet