CREDEM: CET1 SALE AL 13,69%, SOPRA LIVELLO MINIMO ASSEGNATO DA BCE


REGGIO EMILIA 6 MARZO 2018 La Banca Centrale Europea (BCE) ha autorizzato il Gruppo Credem a non dedurre dal calcolo dei propri coefficienti patrimoniali la partecipazione al 100% in Credemvita S.p.A.

L’autorizzazione ricevuta da BCE – spiega l’istituto in una nota – è legata all’inserimento del Gruppo Credem, a far tempo da ottobre 2017, nella lista dei gruppi societari italiani che svolgono attività significativa sia nel settore bancario e dei servizi di investimento sia nel settore assicurativo (conglomerati finanziari) e testimonia il livello di integrazione e presidio garantito del Gruppo su tutti i business agiti.

Tale decisione di BCE, effettiva a partire dalla data del 31 Dicembre 2017, “comporta una revisione incrementale dei coefficienti patrimoniali di vigilanza comunicati in sede di approvazione dei risultati preliminari”.

In particolare il CET1 ratio aumenta da 13,32% a 13,69% (+37 bps), dato oltre 6 punti percentuali al di sopra del livello minimo assegnato da BCE per il 2018 pari a 7,375% “a conferma della sicurezza, affidabilità e solidità del Gruppo”. Inoltre il Tier1 capital ratio aumenta da 13,36% a 13,76 (+40 bps) ed il Total capital ratio aumenta da 14,99% a 15,57 (+58 bps).

I valori calcolati su base “fully phased” incrementano ulteriormente con il CET1 ratio che passa da 12,90% a 13,29% (+39 bps), il Tier1 capital ratio che passa da 13,24% a 13,63% (+39 bps), il Total capital ratio che cresce da 15,03% a 15,55% (+52 bps).

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet