Confimprese:”La sfida dei mercati esteri: strategie e profili giuridici”


MODENA 23 FEBBRAIO 2017 Aiutare le pmi ad approcciare con efficacia i mercati esteri, utilizzando
strategie di marketing che garantiscono risultati concreti, districandosi tra normative civili e penali
differenti da quelle comunitarie e sfruttando le opportunità creditizie e fiscali offerte da diversi Paesi.
Sono questi i temi al centro del workshop organizzato per venerdì 24 settembre dalla delegazione
modenese di Confimprese Italia, la Confederazione sindacale e datoriale delle micro, piccole e medie
imprese che opera da 20 anni a livello nazionale a sostegno di artigiani, commercianti, professionisti,
imprenditori agricoli.
L’appuntamento, dal titolo “La sfida dei mercati esteri: strategie e profili giuridici”, si terrà a partire dalle
ore 15,30 presso il caseificio “Quattro Madonne” di Lesignana (Strada Lesignana 130). L’evento vedrà
anche la partecipazione di consulenti esperti in credito e fiscalità internazionale, normative
comunitarie ed extraeuropee, strategie gestionali di impresa. Tra i relatori figurano Tommaso Rotella
(Avvocato, membro del Comitato Scientifico del Centro Studi di Diritto Penale Tributario di Torino),
Marcello Poggioli (Avvocato, Professore associato presso l’Università di Padova) e Fabrizio Bulgarelli
(Avvocato, Dottore di ricerca in Diritto Tributario Europeo presso l’Università di Bologna). Sono previsti
inoltre interventi da parte di Manolo Simoni (Customs Specialist Schenker Italiana) e David Pazzaglia
(Direttore Generale Cedac).
“La nostra Associazione ha come scopo primario quello di fornire alle imprese associate strumenti utili
alla loro crescita ed allo sviluppo del fatturato: ecco perché abbiamo ritenuto indispensabile inserire
nel percorso formativo dedicato agli associati un incontro specifico sulle opportunità offerte dai mercati
esteri” sottolinea Antonio Fierro, Presidente della sezione modenese di Confimprese Italia. “Questo
evento è rivolto sia alle Aziende di medie e grandi dimensioni che hanno già dimestichezza con il tema
dell’internazionalizzazione e cercano spunti per migliorare il proprio approccio – aggiunge Fierro – sia
alle micro e piccole imprese che non hanno mai considerato i mercati stranieri come una possibilità
concreta. Da oggi, grazie ai servizi ed ai percorsi formativi messi in opera da Confimprese Modena,
affrontare questo tema è concretamente possibile”.
Confimprese offre l’esperienza e la solidità di una compagine che a livello nazionale è forte di oltre 60
mila iscritti per oltre 1 milione di addetti: aziende, artigiani, professionisti distribuiti in tutto il Paese ai
quali l’Associazione fornisce servizi specializzati di assistenza e consulenza in ambito fiscale, legale,
contabile ed amministrativo.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet