CIR FOOD PREMIATA DA BIBLIOTECA BILANCIO SOCIALE


reggio emilia 8 febbraio 2018 Si è tenuta a Milano la cerimonia di consegna dei Premi Biblioteca Bilancio Sociale, nel corso della quale CIR food ha ritirato il riconoscimento per la categoria “Grandi Imprese” nella classifica del Premio BBS 2017 – Imprese di buon governo.

L’impresa di ristorazione è stata premiata dalla giuria della IV edizione del Premio Biblioteca Bilancio Sociale per il Bilancio di Sostenibilità relativo all’anno 2016, “per la capacità di implementare una filiera di fornitura sostenibile e di agire significativamente sulla riduzione degli imballaggi”.

“Ricevere questo premio è per CIR food motivo di orgoglio – dichiara Maria Elena Manzini, Responsabile CSR CIR food – perché si tratta di un’ulteriore conferma per il nostro modo di intendere la sostenibilità. Essere sostenibili significa essere responsabili e trasferire questa visione alle azioni concrete che compiamo ogni giorno con il nostro lavoro”.

La consegna dei riconoscimenti si è tenuta ieri sera, nell’ambito della serata di celebrazione del Brand Identity GrandPrix, il premio di TVN Media Group dedicato al brand design e alla comunicazione visiva.

Biblioteca Bilancio Sociale premia le aziende che si distinguono nell’ambito della sostenibilità applicata al proprio core business attraverso lo strumento della rendicontazione, di cui promuove la divulgazione e la lettura. Il progetto è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, Unioncamere, Confindustria, Luiss Business School, Federdistribuzione e Fondazione Symbola.

—————–

CIR food – Cooperativa Italiana di Ristorazione
Con oltre 40 anni di storia CIR food Cooperativa Italiana di ristorazione è una delle maggiori imprese italiane attive nella ristorazione collettiva (ristorazione scolastica, sociosanitaria, aziendale, per militari e per comunità), nella ristorazione commerciale, nel banqueting e nei servizi per il welfare alle imprese, con un fatturato di gruppo di 650 milioni di euro. Oggi siamo presenti in 17 regioni e 72 province d’Italia, producendo oltre 85 milioni di pasti l’anno grazie al lavoro di 13.000 persone, che sono la vera forza dell’impresa. “Rendere accessibile a tutta la società il piacere e la qualità della nutrizione, frutto di un lavoro che dia dignità alle persone”, questo è il nostro modo di vivere la ristorazione e di nutrire il futuro.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet