Centergross: da CPM Moscow la conferma delle ottime relazioni con il mercato russo ed est europeo


bologna 2 marzo 2018 Si conferma come uno degli appuntamenti più influenti dedicati al business per l’industria della moda internazionale CPM – Collection Première Moscow, fiera organizzata da Messe Duesseldorf Moscow e Igedo Company, conclusasi il 22 febbraio con oltre 1.300 brand provenienti da 30 Paesi.
Numerosi i buyer intercettati da Centergross, presente con il proprio stand istituzionale in rappresentanza dei circa 400 brand del distretto, specializzati nei settori abbigliamento donna, uomo, bambino, intimo, accessori, tessuti e arredotessile. Provenienti in particolare da Mosca e dai territori limitrofi, da Kazakistan, Kirghizistan, Ucraina, Bielorussia, dai circoli federali degli Urali e della Siberia, ma anche dalla Turchia, dalla Polonia e dalla Gran Bretagna, i buyer che hanno visitato lo spazio Centergross sono stati subito coinvolti in rapporti di collaborazione e partnership con il polo bolognese.
“Abbiamo riscontrato un senso di stabilità sul mercato internazionale e di sicurezza generale – spiega la Presidente di Centergross, Lucia Gazzotti -. Guardiamo al 2018 con ottimismo: dopo un periodo di contrazione, il mercato russo, importante anche come via di accesso a tutti i mercati est europei, conferma i segnali di ripresa già visibili dallo scorso anno. Per Centergross è quindi fondamentale investire in eventi come CPM. Il nostro obiettivo è quello di incrementare l’incoming buyer dall’Est Europa del 5%, arrivando a quota 40%”.
Dati di riferimento descrivono l’eccellenza delle relazioni d’interscambio tra la Federazione Russa e l’Italia.

Con una quota export passata dal -5,7% del 2016 a un +26,9% (2017/2016), nel confronto con altri Stati, l’Italia si posiziona come terzo Paese per esportazioni in Russia, dopo la Corea del Sud e il Kazakistan. Il settore moda e accessori, in particolare, rappresenta il 13,3% della quota totale delle importazioni nella Federazione Russa dall’Italia (2015-2017), per un valore di 964 milioni di euro nel 2017, con una variazione percentuale del 28,8% (gennaio/novembre 2017/2016), in forte aumento rispetto a quella del 2016/2015, pari al 16,7%. Stesso trend positivo emerge anche in Emilia-Romagna – dove il commercio internazionale con la Russia, dall’1,1% del 2016/2015 ha toccato il 17,6% nel 2017/2016, per un valore totale di oltre 1 miliardo di euro – e a Bologna, salita da un da un 3,4% a un 17,9%.

Centergross
Polo d’eccellenza dedicato al pronto moda tra i maggiori in Europa, Centergross si sviluppa in un’area di 1 milione di metri quadrati alle porte di Bologna. Fondato nel 1977, e presieduto oggi da Lucia Gazzotti, raccoglie circa 600 aziende (1 su 4 impegnata nell’abbigliamento donna) e oltre 6.000 lavoratori di settore.

Il volume complessivo di affari di circa 5 miliardi di euro, ne fa una delle aree di maggiore attività e fermento per il settore moda made in Italy a livello internazionale. Il 60% del commercio è rivolto ai mercati esteri: Asia, Europa, Stati Uniti e Medio-Oriente. Centergross è frequentato da una media di 10.000 buyer al giorno, per un totale di 1.700.000 accessi annuali.
www.centergross.com – cpm-moscow.com

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet