CA – CARIPARMA STUDIA NUOVE CARTOLARIZZAZIONI


PARMA 16 MARZO 2018 Crédit Agricole Cariparma che entro l’estate potrebbe lanciare una cartolarizzazione dall’importo di circa un miliardo. L’istituto, assistito da Kpmg e dallo studio legale Bonelli Erede, potrebbe richiedere la garanzia statale che grazie all’effetto leva consente di ottenere prezzi migliori rispetto a quelli di mercato e stimati tra il 30 e il 35% del nominale. Nelle cartolarizzazioni con Gacs, infatti, lo Stato garantisce le tranche più sicure (senior), cioè quelle che sopportano per ultime le eventuali perdite (derivanti da recuperi sulle sofferenze inferiori alle attese), a fronte del pagamento di una commissione periodica. L’altra faccia della medaglia è che occorre un lavoro scrupoloso sui portafogli, su cui devono esprimersi le agenzie di rating. Il portafoglio oggetto di cessione sarebbe prevalentemente secured, altra caratteristica che consentirebbe a Cariparma di valorizzarlo al meglio. La banca guidata dal senior country officer Giampiero Maioli è del resto molto avanti nel processo di pulizia dell’attivo e, sempre secondo quanto si apprende da fonti finanziarie, starebbe definendo anche la cessione di un portafoglio di unlikely to pay (inadempienze probabili) dal valore stimato di circa 450 milioni.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet