Bper, al closing la cessione di Npl per 450 milioni


MODENA 12 LUGLIO 2016 È’ dirittura d’arrivo la cessione di 450 milioni di crediti non performing di Bper. La banca emiliana dovrebbe chiudere tra oggi domani il deal che prevede la vendita di due portafogli da 200 milioni e da 250 milioni,che andranno al fondo Algebris e al colosso finanziario americano Cerberus. L’operazione, curata da Banca Imi, Oliver Wyman e Orrick non dovrebbe generare «impatti significativi sul conto economico», come anticipato dall’ad Alessandro Vandelli lo scorso 29 giugno al Sole-24Ore. L’operazione riguarda crediti secured e unsecured.
Bper punta inoltre a cedere una successiva seconda tranche da 250-300 milioni di Npl nella seconda parte dell’anno, così da decurtare del 10% circa il carico di sofferenze lorde. In questo senso, l’obiettivo è definire una short list con al massimo 5 potenziali candidati per l’acquisizione così da chiudere il dossier entro il terzo trimestre dell’anno. Sempre sul fronte dei crediti deteriorati, va segnalato che la banca ha attivato una società interna per la gestione delle sofferenze che sta registrando una crescita dei recuperi del 10-15% nel primo semestre di quest’anno.
Intanto, il gruppo bancario – il cui titolo ieri ha chiuso in rialzo del 4,67%, a 3,14 euro – metterà in evidenza nella semestrale i benefici derivanti dalla validazione Bce ai modelli interni. I nuovi criteri, a cui ha lavorato la società di consulenza Prometeia, si applicano ai portafogli sia corporate che retail e dovrebbero generare un miglioramento del Cet 1 ratio superiore ai 150 punti base.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet