BONIFICHE FERRARESI CONTINUA A INVESTIRE IN TOSCANA


FERRARA 10 MARZO 2017 Bonifiche Ferraresi continua ad investire in Toscana e ha presentato alla Tenuta Santa Caterina, sede dell’azienda in Val di Chiana il “Progetto Toscana”.
C’erano il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il presidente di BF Rossella Locatelli e l’amministratore delegato Federico Vecchioni.
Il progetto nasce grazie al nuovo assetto societario che ha visto l’ingresso nel capitale (con circa il 20%) di Cdp Equity tramite aumento di capitale di 60 milioni (di cui 50 di Cdp Equity e 10 dei soci storici) perfezionato a febbraio scorso. La risorse andranno a finanziare il nuovo progetto di crescita in Val di Chiana. 
«Oggi presentiamo il Progetto Toscana, un piano che si aggiunge e completa gli ingenti investimenti che in poco più di un anno hanno rilanciato l’azienda, diventando una delle realtà agroalimentari più importanti non solo a livello regionale» – commenta Federico Vecchioni.
Bonifiche Ferraresi – la più grande società agricola italiana attiva nella coltivazione e commercializzazione di prodotti (e unica quotata in Borsa) – ha varato a gennaio 2016 un piano industriale (2015-2019) con investimenti di 32 milioni nei territori di riferimento di Cortona (Arezzo) e Jolanda di Savoia (Ferrara).
Il progetto Toscana prevede il potenziamento di tutte le filiere esistenti; l’incremento della presenza della razza autoctona della Chianina; la creazione del distretto orticolo ortofrutticolo della Val di Chiana; la costruzione del laboratorio di ricerca e lavorazione per le erbe officinali; il recupero architettonico del parco delle Leopoldine.
Nei primi mesi del 2017 l’azienda ha anche acquistato Bonifiche Sarde, una delle principali azienda agricola in Sardegna, operazione che consolida la leadership nazionale di Bonifiche Ferraresi con una superficie agricola di oltre 6500 ettari. Nel corso della presentazione di oggi inoltre, Vecchioni ha annunciato che la società sta valutando l’acquisto di altri soggetti agricoli in Toscana. 
Nel 2016 il valore della produzione di Bonifiche Ferraresi è salito del 20% sfiorando i 19 milioni e le ore lavorate sono cresciute dell’87% rispetto all’anno precedente. 
«Il Progetto Toscana – commenta il presidente della Regione Rossi, – permette di portare a buon fine un percorso già avviato e di creare una realtà di punta nel settore agroalimentare. Accanto al rilancio e potenziamento dell’azienda agricola va sottolineato anche l’intervento, per il quale Regione e dieci Comuni hanno firmato a luglio scorso un protocollo d’intesa, per recuperare e valorizzare le fattorie e le case coloniche ‘Leopoldine'”, un intervento per contrastare lo stato di abbandono e degrado che potrà favorire anche la promozione turistica del territorio»

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet