Blulink e Sedoc Finance: ecco Italia Risk Forum 2


reggio emilia 6 marzo 2017 Per crescere e rimanere competitive tutte le aziende, in qualunque settore e di qualsiasi dimensione, hanno bisogno di nuove strategie, ma la velocità del cambiamento richiede una flessibilità ed efficacia dell’innovazione sempre maggiore.  “Successo vuol dire risolvere problemi difficili da risolvere – spiega Ugo Mendes Donelli che è stato il primo a portare la cultura dei Modelli di Business in Italia – partendo da dieci modi per rivoluzionare un’impresa e 100 tattiche per migliorarsi nella vita quotidiana in azienda e rimanere competitivi nel mercato globale”. Strategie e buone pratiche che saranno al centro dell’edizione 2017 dell’Italia Risk Forum.
Giovedì 9 marzo al Centro Loris Malaguzzi di Reggio Emilia è in programma (dalle 10.00 alle 18.00) la seconda edizione di “Italia Risk Forum”. Italia Risk Forum è il primo e unico evento annuale che riunisce relatori di standing internazionale per promuovere approfondimenti sul rischio d’impresa. È dedicato a imprenditori, top manager e professionisti che vogliono acquisire consapevolezza sul rischio d’impresa, esplorarlo in tutte le sfumature, per comprenderlo e coglierne opportunità. Il tema scelto da Sedoc Finance Network e Blulink, entrambe società di Reggio Emilia guidate da Mauro Tranquilli e Bernhard Konzet, per l’edizione 2017 è: “Sei fermo? Vedi pericoli? MUOVITI! MUOVITI!” Nel corso della mattinata, dopo il successo della prima edizione, è prevista una sessione di formazione “Touch: il rischio di toccare con mano” a cura di Ornella Thiebat e Marco Vaccari per saperne di più sul concetto di “Rischio”: cosa è, come si affronta, come ci si convive e come si supera, ponendosi varie domande sul tema e affrontandolo da diversi punti di vista. Nel pomeriggio sono previste le relazioni dell’antropologo Francesco Remotti che è stato direttore del Dipartimento di Scienze Antropologiche, Archeologiche e Storico-Territoriali dell’Università di Torino. Come ricorda spesso Remotti: “Il sasso se ne sta lì, piantato in terra; gli uomini amano uscire dai propri ambiti, come i giovani della minuscola isola polinesiana di Tikopia, che si gettavano in mare, ponendo a repentaglio la propria vita, per raggiungere con le loro canoe i piroscafi che apparivano all’orizzonte. “L’uomo non è mica un sasso!” era la tesi del capo dei Tikopia negli anni 20 del Novecento. Seguiranno le riflessioni di Alessandro Berti, professore di Economia degli Intermediari Finanziari e di Tecnica Bancaria presso la facoltà di Economia dell’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, dell’arpista reggiana Agatha Bocedi, con Andrea Coruzzi, sull’arte di Vivaldi, dell’esploratrice Chiara Montanari, abituata a  “Prevedere l’imprevedibile” (ecologista, esperta in Management, Leadership e Team-work in ambienti estremi ha all’attivo cinque missioni in Antartide) e di Ugo Mendes Donelli è stato il primo a portare la cultura dei Modelli di Business in Italia.
Esperto e specializzato in strategia e Modelli di Business, ha curato l’edizione Italiana del Libro sui Modelli di Business, “Creare modelli di business” di Alexander Osterwalder. Inoltre ha curato le edizioni Italiane de “I dieci tipi di innovazione”, “Cambia marcia” e “Le 4 lenti dell’innovazione”.
Ugo Mendes Donelli insegna modelli di business presso i Master in Innovation Management e General Management de Il sole 24 ore e Fondazione CUOA. Ugo Mendes Donelli, con la sua Hugowiz, lavora a fianco di aziende grandi e piccole per creare modelli di business di successo. TÜV Rheinland Italia è partner dell’Italia Risk Forum 2017.
www.italiariskforum.it
Programma:
Mattino:
• Touch: il rischio di toccare con mano, a cura di Ornella Thiebat e Marco Vaccari.
Pomeriggio:
• Francesco Remotti: L’uomo non è mica un sasso
• Alessandro Berti: Il mercato finanziario, cosa ci aspetta nei prossimi anni?
• Agatha Bocedi e Andrea Coruzzi: Arie di Vivaldi
• Chiara Montanari: Prevedere l’imprevedibile
• Ugo Donelli: Un modello di business sostenibile

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet