BEST UNION COMPANY: OK I CONTI DEL PRIMO SEMESTRE


BOLOGNA 30 AGOSTO 2017 La bolognese Best Union Company dopo il fallimento dell’opa per il delisting presenta la semestrale e i conti per Luca Montebugnoli sono ok.
L’ utile netto consolidato, al netto d’imposte per complessivi 449 migliaia di euro,è di 1,1 mln euro, in aumento rispetto ai 1,08 mln registrati nello stesso periodo del 2016. I ricavi, spiega una nota, sono di 31.012 mila euro (+9,38% a/a), l’Ebitda e’ di 3.387 migliaia euro, , con un decremento di 2 migliaia di euro rispetto al corrispondente semestre dell’esercizio precedente. L’Ebit e’ stato positivo per 1.715 migliaia euro (1.669 migliaia euro in 2016). Il Gruppo ha registrato al 30 giugno 2017 una Posizione Finanziaria Netta positiva di 442 migliaia di euro (al 31 dicembre 2016 l’Indebitamento Finanziario Netto e’ stato pari a 1.195 migliaia di euro). “Il primo semestre del 2017 ha registrato un miglioramento dei risultati del Gruppo in termini di ricavi rispetto al 2016 grazie soprattutto alle performance della Capogruppo e della nostra controllata Irec. Dal punto di vista della marginalita’ abbiamo ottenuto un risultato in valore assoluto in linea rispetto a quello dello scorso esercizio e stiamo gia’ lavorando nell’ottica di un continuo miglioramento delle marginalita’ sia di settore che complessiva. L’organizzazione e la completa gestione dell’evento “Vasco Modena Park” hanno impegnato fortemente la struttura aziendale. I risultati raggiunti ed il riconoscimento pubblico ottenuto a tutti i livelli ci hanno ampiamente ripagato dal grande impegno profuso. Consideriamo l’entrata nel settore del “Live” come uno degli elementi caratteristici dell’evoluzione della nostra strategia di Gruppo. Il management e’ confidente che i risultati del secondo semestre saranno coerenti con i piani delineati dal Board ed il budget”, ha commentato il presidente Luca Montebugnoli.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet