BANCA EUROMOBILIARE (CREDEM), APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2017:


REGGIO EMILIA 18 SETTEMBRE 2017 Banca Euromobiliare, istituto del Gruppo Credem specializzato nel private banking guidato dal direttore generale
Giuseppe Rovani, ha approvato nelle scorse settimane il bilancio dei primi sei mesi del 2017. In particolare l’utile netto
ha raggiunto 4,65 milioni di euro, registrando un significativo incremento rispetto allo stesso periodo del 2016 (+91%
a/a).
Positivo l’andamento della raccolta netta pari a +364 milioni di euro nei primi sei mesi dell’anno (a fronte di un effetto
mercato comunque positivo pari a +1,6% circa), che riflette il forte impegno e l’intensa attività condotta negli ultimi mesi
dai professionisti di Banca Euromobiliare e conferma l’interesse della clientela nei confronti delle soluzioni di investimento
personalizzate offerte della banca ed il successo di un modello di servizio fortemente orientato alla consulenza
finanziaria evoluta.
Nei primi sei mesi del 2017 le consistenze patrimoniali della clientela (esclusi gli impieghi) risultano in aumento a 10,8
miliardi di euro (+10,5% A/A). Le consistenze gestite registrano, nel periodo in esame, un incremento in valore assoluto
(+301 mln €) grazie sia al sopra citato effetto mercato sia alla raccolta netta positiva sul comparto gestito (+227 mln €), al
cui interno si registrano afflussi sulle gestioni patrimoniali (con il nuovo servizio multilinea “Portfolio Suite” che ha
raggiunto a fine giugno una incidenza percentuale del 58% delle consistenze in gestioni patrimoniali) sui prodotti
assicurativi di Gruppo e soprattutto sugli OICR.
Anche nei primi sei mesi del 2017 è proseguita l’intensa attività di reclutamento di professionisti di elevato profilo
e portafoglio pro-capite, coerentemente con le strategie di crescita della Banca che punta ad inserire relationship
manager senior che abbiano una consolidata esperienza nella gestione dei clienti di elevato standing su piazze ad alto
potenziale per lo sviluppo della clientela private. In particolare, nei primi sei mesi del 2017 sono entrati 20 nuovi gestori
della relazione che hanno portato in dote un patrimonio culturale e professionale di esperienza e di talento,
confermando il posizionamento di Banca Euromobiliare, boutique finanziaria focalizzata sull’erogazione di servizi ad
elevato valore aggiunto nella gestione del patrimonio e nell’advisory.
“Vogliamo garantire ai nostri clienti un livello di servizio ai vertici del sistema in termini di qualità ed efficienza”, ha
dichiarato Giuseppe Rovani, direttore generale di Banca Euromobiliare. “Siamo convinti che la strada per
raggiungere tale obiettivo passi necessariamente anche attraverso la selezione di professionisti con una consolidata
esperienza nella gestione dei grandi patrimoni, offrendo loro l’opportunità di operare con un modello di servizio privo di
conflitto di interessi che punta a valorizzare la professionalità e le competenze”, ha aggiunto Rovani.
Banca Euromobiliare, attiva da oltre 40 anni nella consulenza di alta gamma per clientela private, imprenditori,
professionisti ed investitori istituzionali, ha sede a Milano ed opera in tutta Italia attraverso 393 relationship manager.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet