AZIENDE CLIENTI E 800 MILIONI DI EURO DI NUOVI FINANZIAMENTI NEL 2018


REGGIO EMILIA 22 GIUGNO 2018 Commercio (26%), manifatturiero (22%) ed agricoltura (16%) sono i principali settori a cui sono stati destinati gli oltre 200 milioni di euro tra nuovi prestiti e leasing erogati da Credem nel primo
trimestre 2018 alle piccole imprese clienti. A livello geografico, alle piccole imprese del
Mezzogiorno è stato destinato oltre il 30% dei finanziamenti, alle imprese dell’Emilia Romagna
più del 20%, a quelle del Nord Ovest il 16% circa, mentre alle imprese del Nord Est è stato
erogato il 15% circa ed altrettanto a quelle del Centro Italia. Tali finanziamenti si aggiungono ai
570 milioni di euro erogati nel 2017 dall’istituto, tra i più solidi in Italia con a fine marzo 2018
un CET1 Ratio a 13,63%(*) oltre sei punti percentuali superiore al livello minimo assegnato da
BCE e con un con una qualità dell’attivo tra le più elevate del sistema (rapporto crediti
problematici lordi su impieghi lordi a 5,3%, rispetto a 11,1% medio delle banche italiane*).
Le piccole imprese continueranno anche nei prossimi mesi ad essere uno dei target principali di
Credem, che ha l’obiettivo di raggiungere complessivamente, entro fine 2018, 3 mila nuove
piccole imprese clienti e 800 milioni di euro tra nuovi prestiti e leasing. Tali numeri saranno
realizzati anche grazie alla nuova struttura dedicata esclusivamente alle piccole imprese creata
nel 2017 ed organizzata con 60 centri dedicati alle piccole imprese e 500 professionisti di cui
150 esclusivamente dedicati allo sviluppo di tale segmento.
Anche nel 2018 Credem punta, attraverso i finanziamenti assistiti da garanzie per finanziare i
progetti di innovazione e di internazionalizzazione, a favorire l’accesso al credito delle piccole
imprese. In particolare, sono stati stipulati accordi con il Fondo Europeo per gli Investimenti e
con Sace oltre alle agevolazioni per i finanziamenti leasing per superammortamento ed
iperammortamento previste dalla legge Sabatini.
“Da diversi anni ormai le piccole imprese hanno compreso quanto sia
indispensabile investire per aumentare l’efficienza e l’efficacia del proprio
business e dei propri processi produttivi per continuare ad essere
competitivi ed affrontare le nuove strade che l’innovazione tecnologia
pone di fronte a noi”, ha dichiarato Gabriele Decò, Responsabile
Commerciale Small Business Credem (foto a destra). “In questi
anni”, ha proseguito Decò, “l’accessibilità alla tecnologia anche con
investimenti tutto sommato limitati ed alla portata anche delle piccole
imprese ha dato un forte impulso alle realtà che hanno saputo innovare
e guardare a nuovi mercati anche a livello internazionale. Innovazione
ed internazionalizzazione sono stati anche i driver che ci hanno da
sempre spinto a curare con particolare attenzione la filiera dei finanziamenti agevolati in modo
da permettere ai nostri clienti di trarne beneficio. Nel corso degli anni”, ha aggiunto
Decò, “abbiamo investito molto sulle relazioni con i soggetti più importanti a livello nazionale ed
internazionale e la clientela ha riconosciuto questo impegno. Oltre ai tradizionali finanziamenti”,
ha concluso Decò, “la nuova organizzazione della rete dedicata alle piccole imprese su tutto il
territorio nazionale prevede che nei centri dedicati siano presenti specialisti per erogare
consulenza su protezione assicurativa e dei rischi aziendali, nel leasing e nel factoring nella
fornitura di servizi innovativi per fatturazione elettronica e archiviazione documentale.
Significativa anche l’offerta di servizi per permettere alle imprese clienti di implementare un
programma di welfare aziendale interno anche grazie all’accordo con un importante player del
settore”.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet