ASSEMBLEA UNINDUSTRIA BOLOGNA – VACCHI “SERVE UN NUOVO MODELLO EMILIANO”


BOLOGNA 6 SETTEMBRE 2016 «La crescente iniquità nella distribuzione dei redditi ha agito contro le fondamenta stesse della nostra società distruggendo, con violenza inusitata, tutti i precedenti modelli di vita». Alberto Vacchi ha aperto così l’ultima assemblea pubblica nella storia di Unindustria Bologna (prima della fusione con Modena e Ferrara) parlando di reddito e disuguaglianze. E invita i sindacati e la Curia a un lavoro comune per elaborare «una nuova via emiliana, che sappia coniugare, con l’apporto di tutti, la necessità di digitalizzare per restare competitivi e la tutela delle persone».
E’ stata l’ultima assemblea pubblica di Unindustria Bologna (Farete) prima della nascita di Confindustria Emilia che dal 2017 accorperà Bologna, Ferrara e Modena. “In Confindustria Emilia – ha detto il presidente Unindustria, Alberto Vacchi – l’organizzazione sarà per filiere, e tra 9 mesi porteremo alla prima assemblea unita un programma dettagliato di lavoro, con lo spirito di scrivere una nuova pagina della politica industriale del Paese e lo faremo in una posizione di assoluto vantaggio per le nostre dimensioni”.
All’assemblea tra gli altri il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, il presidente della Regione Stefano Bonaccini, l’ex premier Romano Prodi, il sindaco Virginio Merola e l’arcivescovo Matteo Zuppi. “Questo processo non avverrà senza un confronto con tutti gli attori ancor più di quanto sia già stato fatto”, ha aggiunto. Rispondendo a chi gli chiedeva se sarà il presidente della nuova organizzazione, ha detto: “Vedremo, quando ci saranno i presupposti verranno comunicati”.

ASSENTE BOCCIA – A chiudere l’ordine degli interventi è il vescovo Matteo Maria Zuppi. Non c’è Vincenzo Boccia, il presidente di Confindustria nazionale che sconfisse il patron di Ima a marzo nella corsa a Viale dell’Astronomia. Ma Vacchi smorza le polemiche: «Gli ho parlato, questa è l’ultima assemblea di Unindustria Bologna e la sua presenza ha poco senso, mentre ce l’avrà alla prima assemblea delle tre territoriali raggruppate dove sicuramente sarà presente».

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet