Ares Design: nuova vettura ispirata alla De Tomaso Pantera


MODENA 1 FEBBRAIO 2018 Produrre 100- 150 supercar per un mercato che vuole vetture esclusive. L’iperlusso automotive a Modena, nel cuore della Moto Valley, ha un nuovo protagonista: Ares Design.
Il nuovo step di crescita è una vettura ispirata alla De Tomaso Pantera. Un mito delle supercar sportive.
La società fondata nel 2014 da Dany Bahar insieme a un gruppo di soci con l’obiettivo di realizzare auto uniche e offrire la massima personalizzazione su modelli già esistenti. Il manager, con un passato in Ferrari e in Lotus, in meno di quattro anni ha inaugurato uno stabilimento a Modena, dove nascono i modelli con il logo del dio della guerra.
Oltre 100 persone che lavorano in uno stabilimento di 118 mila metri quadri.
L’investimento supera i 50 milioni euro per un fatturato che andrà rapidamente oltre i 100 milioni di euro.
Vero e puro “tailor made” e l’aumento della produzione porterà a un organico di circa 200 persone.
In officina oltre alla produzione della quinta Ares X-Raid, una maxi fuoristrada realizzata partendo dalla Mercedes Classe G 63 AMG, spicca la Bentley Mulsanne trasformata in coupé e una Porsche 911 Targa unica al mondo.
il team lavora su una Tesla super lusso ma il vero gioiello è il Project Phanter.Realizzata partendo da una Lamborghini Huracán (operazione apprezzata dalla Casa di Sant’Agata Bolognese, vista la presenza dell’ad Stefano Domenicali alla cena di gala organizzata dalla Ares), da singola one-off sarà prodotta in diversi esemplari al costo di 715.000 euro. Sviluppata facendo largo uso di materiali leggeri come fibra di carbonio e compositi, rende onore alla storica coupé emiliana a partire dai fari anteriori a scomparsa. Oltre alla Phanter i progettisti della Ares sono al lavoro sul Progetto Pony, dove si riporteranno su strada le linee di modelli iconici come la Ferrari 400. Per entrambi i modelli si dovrà aspettare la fine del 2018 per vedere i primi esemplari su strada.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet