Alternanza scuola-lavoro: al via 100 nuovi progetti in Hera per la crescita degli studenti, di cui 28 nel territorio di Bologna


bologna 6 febbraio 2018 Dai banchi di scuola all’azienda: la positiva esperienza degli ultimi due anni prosegue e riparte di slancio. Anche per l’anno scolastico in corso, infatti, Hera torna ad aprire le porte delle proprie sedi aziendali a circa 100 studenti delle scuole secondarie di secondo grado dell’Emilia-Romagna, del Friuli Venezia Giulia, del Veneto e delle Marche offrendo un importante contributo alla loro formazione.

I nuovi percorsi di alternanza scuola-lavoro, attraverso i quali i ragazzi potranno svolgere attività concrete inerenti i processi di lavoro affiancati dal personale dell’azienda, partono oggi nel bolognese, ma nell’arco dell’anno coinvolgeranno anche scuole e territori di Modena, Ferrara, Imola, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, Trieste, Udine, Gorizia, Padova e Pesaro-Urbino.
Dei 100 percorsi di alternanza scuola-lavoro previsti per il 2017/2018, ben 28 ricadranno sul territorio di Bologna e provincia, dove sono interessati licei ed istituti tecnici.

I percorsi avranno una durata variabile fra le 80 e le 200 ore a studente e per la maggior parte verranno svolti presso la sede centrale di Viale Berti Pichat. Tante le scuole coinvolte e le mansioni nelle quali i ragazzi si cimenteranno, da quella di addetto sicurezza IT, a quella di addetto ingegneria di processo ambiente. A questi si aggiungono i percorsi previsti presso le altre sedi (Via Cristina Campo, Via Shakespeare, Via del Frullo a Granarolo, Via Setta a Sasso Marconi) – a cui parteciperanno 7 studenti dell’istituto IIS O. Belluzzi Fioravanti – come addetto attività tecniche impianti gas, addetto accettazione rifiuti e attività tecniche acqua, addetto normativa tecnica e come tecnici di laboratorio.

I percorsi seguono una metodologia basata sull’integrazione tra le competenze lavorative e quelle dei piani didattici. Tecnici e manager Hera fanno da tutor, delineando insieme agli insegnanti itinerari specifici che consentano agli studenti di rafforzare e integrare le competenze già apprese a scuola attraverso esperienze professionali in azienda. Tutte le attività vengono monitorate e sono previsti momenti di valutazione, finalizzati alla crescita dei ragazzi.

Al termine, verranno rilasciate da Hera le attestazioni delle competenze tecnico-professionali acquisite, in linea con gli standard europei. Questo per permettere agli studenti di poter affacciarsi al mondo del lavoro con un curriculum già ricco di esperienze pratiche, oltre a quelle teoriche. Un punto di forza che potrà aiutarli nella ricerca di un impiego in una società sempre più competitiva ed esigente, o nell’orientarsi verso scelte formative precise per il loro lavoro, per esempio il tipo di università.

L’iniziativa integra i percorsi didattici curricolari ed extracurricolari del progetto “Hera ti insegna un mestiere…a scuola”, che l’azienda mette in campo da anni e che prevede sessioni didattiche con il supporto di personale tecnico-professionale Hera, sia in aula che presso gli impianti del Gruppo, in vista della preparazione dei tecnici del futuro. Inoltre, si colloca in linea con i continui investimenti della multiutility sul cosiddetto “capitale umano”, cioè le persone e le loro capacità, vero patrimonio del Paese così come di Hera.

“Con l’avvio di queste nuove esperienze formative – afferma Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Esecutivo del Gruppo Hera – si completano i percorsi di alternanza scuola-lavoro previsti da Hera per il triennio. Si tratta di un’esperienza molto importante, non soltanto per le scuole e i ragazzi ma anche per la nostra stessa azienda, che impara a confrontarsi con gli adulti di domani. Del resto – prosegue Tommasi – il senso del progetto è proprio questo: non smettere mai di imparare, investendo sulle competenze acquisite a scuola e nel mondo del lavoro e ritornando sui banchi forti di esperienze nuove, che forniscono ai ragazzi un quadro più completo del mondo che li attende. Mi auguro – conclude il Presidente di Hera – che anche negli anni a venire il Paese continui su questa strada, dando fiducia e seguito a questi progetti e, soprattutto, garantendo continuità in una direzione in cui Hera si impegna con la massima convinzione.”

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet