Al Gruppo Focchi di Rimini l’involucro della nuova Torre Libeskind a CityLife


rimini 21 febbraio 2018 E’ stata concepita dal suo ideatore Daniel Libeskind come il primo tratto che nella sua verticale curvatura disegna una ideale cupola rinascimentale che avvolge e completa le Tre Torri di Milano. Ventisettemila metri quadrati di facciate continue fanno da superficie alla nuova Torre Libeskind che il Gruppo Focchi di Rimini sta realizzando nel progetto di riqualificazione dell’ex quartiere storico di Fiera Milano CityLife per l’impresa CMB. Felicissimo per l’acquisizione Maurizio Focchi, A.D. dell’azienda romagnola, ammette “La competizione è stata durissima, ma alla fine siamo riusciti a portare a casa, con qualche sacrificio, un’importante opera che per di più affianca la Torre Isozaki che abbiamo già completato con successo due anni fa».
L’edificio, dal caratteristico volume curvo, con i suoi 175 metri per complessivi 27.000 metri quadrati di facciate continue, 28 piani, una certificazione LEED Gold per la sostenibilità, ospiterà la nuova sede milanese del gruppo Pwc Pricewaterhouse Coopers, società internazionale di consulenza, e sarà direttamente collegato alla galleria commerciale e alla fermata della linea M5 Tre Torri. «La fine dei nostri lavori è prevista per settembre 2019.» Afferma Maurizio Focchi.
La Torre Libeskind sarà il terzo edificio più alto di Milano, superato dalla vicina torre Isozaki, sede di Allianz e già recentemente realizzata dal Gruppo italiano Focchi. Attualmente il Gruppo Focchi, impresa familiare nata nel 1914 specializzata nel design e nella costruzione di involucri per grandi progetti di architettura, con una stima di crescita del fatturato 2018 del 60%, è coinvolto in dieci progetti in Gran Bretagna e nella Solar Carve Tower, a New York. «Nonostante le politiche USA improntate al protezionismo abbiamo investito molto su New York, dove il mercato richiede un’altissima qualità, e ora stiamo realizzando la nuova pelle di un grattacielo altamente sofisticato che sta sorgendo sulla High Line. Quindi, mentre in Inghilterra nonostante la Brexit, siamo comunque coinvolti in numerosi importanti progetti, ai quali si aggiunge quello newyorkese, continuiamo a partecipare alla creazione di opere di grande valore, come la Torre Libeskind anche nella nostra bella Italia».
IL GRUPPO FOCCHI:
– Anno fondazione: 1914 – Fatturato 2017: 60 milioni di Euro
– Le previsioni per il fatturato sono in crescita: Anno 2018: + 60% (previsti 95 milioni di Euro).
– Dipendenti: 200 tra Rimini, Londra e New York.
– % Giovani impiegati: 38%
– % Staff dedicato alla progettazione: 40%
– Livello istruzione degli impiegati: 40% laureati – Dipartimento Ricerca e Sviluppo: nato nel 1980 con focus sui Green Buildings e il risparmio energetico

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet