AGRIMASTER PROSSIMA MATRICOLA E-R IN BORSA SU AIM ITALIA


BOLOGNA 3 AGOSTO 2016 Agrimaster, con sede a Molinella (Bologna),società attiva nella progettazione, produzione e commercializzazione di attrezzature agricole per la manutenzione e la lavorazione del terreno punta alla quotazione su Aim Italia in tempi brevi con Banca Finnat che agisce in qualità di Nomad e Specialist. Luciano Paiola è presidente e ad e detiene personalmente l’11% del capitale, con Augeo 2 srl all’87% e David Piccardi al 2 %.
In marzo ha acquisito Breviglieri, società veneta produttrice di macchine per la lavorazione del terreno e la semina., dando vita a un gruppo da circa 25 milioni di euro di ricavi.
L’operazione è stata finanziata grazie ai capitali iniettati da B4 Holding spa, investment company controllata da B4 Investimenti spa e guidata da Fabrizio Baroni, che a fine 2014 aveva acquisito l’80% del capitale di Agrimaster, con il restante 20% che è rimasto in capo alla famiglia fondatrice Martoni
Guidata dal presidente e amministratore delegato Luciano Paiola, Agrimaster nel 2015 realizzato ricavi per 13 milioni di euro e ora, grazie all’acquisizione, li raddoppia con un ebitda complessivo di circa 3,5 milioni. E le acquisizioni non si fermano qui. Paiola ha detto che l’obiettivo è arrivare almeno a 50 milioni di ricavi per il gruppo.

Il fondo di private equity B4 Holding ha rilevato nel 2014 l’80% di Agrimaster, società bolognese specializzata nella progettazione e costruzione di attrezzature agricole (trinciatrici, bracci decespugliatori, atomizzatori ed elevatori a forche). L’offerta della società si rivolge a operatori del settore agricolo e privati/pubblici operanti nella manutenzione di cigli strada, giardini e parchi.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet