AEROPORTO BOLOGNA TRA BOOM E PICCOLE PRESE DI BENEFICIO “VOLA” IN BORSA”


BOLOGNA 17 FEBBRAIO 2017 Nonostante qualche presa di beneficio nelle ultime sedute la società Aeroporto di Bologna continua a brillare a Piazza Affari trainata da fondamentali solidi e da un traffico passeggeri in continua crescita ma anche dai rumors di investimenti sulle potenziali aggregazioni tra vari scali in Italia.
Su base annua dopo aver chiuso il 2016 come miglior titolo del paniere emilia romagna (con un incremento su base annua rispetto al 2015 del 60%) e tra i migliori dell’intera Borsa italiana l’aumento è del 123,77%. Su base semestrale aumento di valore è del 77,86 % mentre a un mese aumento è del 34%.
Tutti segnali che porteranno la societa’ aeroportuale a chiudere il 2016 con risultati in miglioramento rispetto all’anno precedente. In questo contesto ci sono tutte le premesse per migliorare la politica di dividendi. E’ quanto sostiene Nazareno Ventola, a.d. di di Aeroporto G.Marconi di Bologna, in una intervista rilasciata a Mf-Dowjones. “I fondamentali della societa’”, ha spiegato il top manager, “sono molto positivi sia per quanto riguarda i dati semestrali che il traffico passeggeri. Abbiamo registrato una crescita importante a livello di business e in termini di volumi che si tradurra’ comunque in un miglioramento dei risultati di fine 2016 che comunicheremo a breve. In termini fondamentali abbiamo avuto un rafforzamento e un consolidamento importante nel corso del 2016 e un’ulteriore crescita – anche se non a due cifre perche’ era una cosa abbastanza difficile da mantenere – per il primo mese del 2017 sul fronte dei passeggeri”. Secondo Ventola si tratta di un “trend in costante miglioramento. I risultati del traffico si sono riverberati sul miglioramento dei risultati reddituali sui primi 9 mesi dell’anno e si riverberera’ anche sulla fine del 2016. Questi sono i fondamentali della nostra societa’, poi quello che avviene sul mercato in termini di apprezzamento del titolo non mi sento di fare commenti. Voglio solo far notare che comunque tutto il settore aeroportuale e’ interessante e anche il comparto infrastrutturale sta performando in modo positivo in questi mesi. Noi effettivamente stiamo performando in maniera estremamente positiva”. Sulla possibilita’, come segnalata anche da alcuni analisti, che l’aeroporto di Bologna possa aver messo nel mirino una futura aggregazione o fusione, Ventola non esclude una operazione di questo genere. “Ci guardiamo intorno come abbiamo sempre detto da quando ci siamo quotati a Piazza Affari; la nostra politica non e’ cambiata. Noi siamo un operatore che e’ cresciuto molto in questi anni e abbiamo un posizionamento importante. Guardiamo a quelle che sono le dinamiche del mercato nazionale in particolare e siamo aperti a valutare delle opzioni che creino valore per i nostri azionisti. In questa logica non e’ cambiato nulla: continuiamo a guardarci intorno e continueremo a farlo”. Per quanto riguarda il 2017, secondo l’a.d. e’ iniziato con i migliori auspici. “Abbiamo diffuso i dati di traffico di gennaio che e’ tra i mesi” in cui si registrano numeri piu’ bassi “insieme a febbraio. Una crescita di un solo mese di gennaio e’ rappresentativa. C’e’ un trend positivo che continua da diversi mesi, da piu’ di un anno e continua anche a gennaio 2017”. Secondo Ventola i dati robusti della societa’ indicano che ci sono tutte le condizioni per confermare se non addirittura aumentare la cedola. “Non abbiamo una politica ufficiale di dividendi”, ha precisato. “Abbiamo rilasciato dei dividendi per la prima volta nell’esercizio 2015 e nel 2016. La decisione verra’ presa dal Cda e poi approvata dall’assemblea come e’ di prassi. Non abbiamo una policy comunicata ufficialmente ma ci sono tutte le premesse per poter confermare o migliorare” la politica di dividendi. “Le premesse ci sono ma la decisione spetta al Cda”.

Riproduzione riservata © 2017 viaEmilianet