A FLORIM IL PREMIO “ECCELLENZE D’IMPRESA”, menzione anche per Iren


FIORANO 17 OTT 2018 Il “Premio Eccellenze d’impresa” 2018 per la categoria Crescita e Sostenibilità è andato a Florim l’azienda di Fiorano Modenese guidata da Claudio Lucchese specializzata nella produzione di gres porcellanato. Florim ha appena inaugurato uno stabilimento 4.0 che detta inediti standard nel campo dell’innovazione industriale. Il gruppo modenese è stato insignito del riconoscimento, promosso da GEA-Consulenti di direzione, Harward Business Review Italia ed Arca Fondi Sgr, con il patrocinio di Borsa Italiana, a margine del convegno “La competitività globale delle imprese italiane nel nuovo contesto istituzionale”.
Il “Premio Eccellenze d’impresa” assegnato a Milano nella sede di Borsa Italiana si conferma un’importante vetrina e ribalta di storie di successo e la sua rafforzata istituzionalizzazione contribuirà, negli anni a venire, a rappresentare un forte stimolo di fiducia e di sistema. Da quest’anno la presenza di Arca Fondi SGR specializzata nel segmento dei fondi PIR e attenta, come investitore, alle imprese eccellenti, che vanno alla conquista dei mercati internazionali, grazie ai loro prodotti ed alle loro innovazioni.
Un concentrato di tecnologia e automazione che si estende su una superficie di 48 mila metri quadrati (a fianco della sede istituzionale) e si appresta ad aprire le sue porte in occasione di Cersaie 2018. La fabbrica sarà dedicata esclusivamente alla lavorazione e alla logistica delle grandi lastre Florim Magnum Oversize (con dimensioni che superano i 3 metri di altezza e 1,6 di larghezza), tipologia di prodotto in cui l’azienda vanta un primato importante per ampiezza della gamma e presenza sul mercato.
Il nuovo stabilimento di Fiorano rappresenta solo l’ultimo tassello nel percorso di innovazione di Florim che ha investito – negli ultimi 2 anni – oltre 200 milioni di euro. Nel 2017 l’azienda ha aperto un altro esempio di industria 4.0 a Mordano (Imola – Bologna), un polo tecnologicamente evoluto per la produzione dei grandi formati che presto arriveranno a Fiorano per le fasi successive di lavorazione, packaging e spedizione. Le due realtà saranno connesse tra di loro per una completa tracciabilità, dalla materia prima alla fase di confezionamento. Un sofisticato software avrà il compito di controllare e gestire in modo automatizzato gli impianti, i robot antropomorfi e i veicoli LGV (Laser Guided Vehicle). Questo sistema di comunicazione, completamente integrato, si pone l’obiettivo di innalzare la qualità del servizio al cliente e ridurre le tempistiche di consegna dei materiali. La complessità dell’infrastruttura informatica e il numero di macchine interconnesse richiederanno un periodo di collaudo prima della messa a regime,
La giuria ha assegnato un riconoscimento, una menzione, speciale anche a Iren, la multi-utility di Parma Reggio Piacenza Genova Torino e LaSpezia

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet