MARR:L’utile netto dei primi sei mesi raggiunge i 28,6 milioni di Euro- incorporate due controllate


rimini 6 agosto 2018 Il Consiglio di Amministrazione di MARR S.p.A. (quotata in Borsa e controllata dal gruppo Cremonini di Modena), società leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione di prodotti alimentari al foodservice, ha approvato venerdì la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2018.
L’utile netto dei primi sei mesi raggiunge i 28,6 milioni di Euro, in incremento rispetto i 27,3 milioni del 2017. In crescita anche ricavi e redditività operativa:
• Ricavi totali consolidati a 782,6 milioni di Euro (768,5 nel 2017)
• EBITDA consolidato a 52,7 milioni di Euro (50,8 nel 2017)
• EBIT consolidato a 42,7 milioni di Euro (41,7 nel 2017)

Evoluzione prevedibile della gestione
L’andamento delle vendite di luglio ai clienti della Ristorazione Commerciale e Collettiva colloca le vendite dei primi sette mesi in linea con gli obiettivi di crescita per l’anno.

Fusione per incorporazione in MARR S.p.A. delle società interamente possedute DE.AL. – S.r.l. Depositi Alimentari e Speca Alimentari S.r.l.

Il Consiglio di Amministrazione di MARR S.p.A. ha inoltre approvato , ai sensi dell’art. 2505 secondo comma del codice civile e dello statuto sociale, la fusione per incorporazione in MARR S.p.A. delle società interamente possedute DE.AL. – S.r.l. Depositi Alimentari e Speca Alimentari S.r.l..
Sempre in data odierna anche le Assemblee di DE.AL. – S.r.l. Depositi Alimentari e Speca Alimentari S.r.l. hanno approvato la fusione in oggetto.
L’operazione di fusione è finalizzata a ottenere una razionalizzazione della gestione economica, finanziaria ed amministrativa, in quanto DE.AL. – S.r.l. Depositi Alimentari e Speca Alimentari S.r.l. sono società la cui attività è limitata all’affitto di rami di azienda alla controllante MARR S.p.A..

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet