1967-2017: la modenese Cbm compie 50 anni di attività.


MODENA 27 NOVEMBRE 2017
Fondato nel 1967, il gruppo Cbm è controllato dalla famiglia Cornia-Bergamini e prevede di realizzare un fatturato consolidato intorno ai 200 milioni nell’arco di pochi ann con una Quota export sopra l’ 80% (Europa, Americhe, Asia, Africa).
Oggi CBM GROUP è presente nel mondo, conta 900 dipendenti, alimenta un indotto molto ampio, produce mensilmente dai 25.000 ai 30.000 componente per macchine agricole.
I dipendenti complessivamente sono un migliaio
La sede Cbm di Modena in via Gazzotti è stata raddoppiata, proprio quest’anno, da 11.200 metri quadrati a 24mila complessivi.
Uno dei nuovi capannoni è destinato alle macchine per la filettatura. Una seconda struttura serve per la manutenzione, deposito e movimentazione dei materiali e dei prodotti. Un terzo capannone è destinato al deposito dei prodotti finiti, pronti per la spedizione. È stata rimessa a nuovo anche tutta la zona dove si esegue il montaggio dei prodotti finiti ed è stata creata ex-novo un’area parcheggio a disposizione dei dipendenti.
Infine c’è lo show room che non presenta al visitatore solo l’esposizione dei prodotti in “cantiere”, ma offre anche una zona museale dove è possibile cogliere l’evoluzione tecnologica nel corso di cinquant’anni di attività. Nella sede di Modena la produzione prevalente è quella dei componenti meccanici specializzati di alto livello.
Per festeggiare l’importante traguardo sono stati organizzati due eventi. In maggio è stato organizzato un evento istituzionale a cui sono state invitate le autorità cittadine, gli istituti di credito, gli studi professionali che hanno accompagnato la crescita dell’azienda. Erano presenti i clienti che hanno permesso lo sviluppo internazionale del gruppo, lo staff di Cbm Modena, di Mita Oleodinamica di Tregnago Veronese, di Cbm Polska a Lublino e di Mita India a New Dehli.
In ottobre si è tenuto il primo Family Day di Cbm. L’azienda ha aperto le porte ai dipendenti e ai loro familiari. Le famiglie hanno visitato i luoghi di lavoro, le varie zone produttive, i laboratori e gli uffici e hanno potuto conoscere l’ambiente di lavoro dei loro congiunti.
Infine è stato dato alle stampe il libro “Cbm 50 anni” scritto da Olimpia Nuzzi. L’autrice, ex docente negli istituti superiori di Modena e giornalista radiotelevisiva in rubriche a carattere storico-culturale, è consulente storico dell’associazione “amici del Corni” ed è esperta di storia industriale di Modena. Il volume ripercorre le tappe evolutive dell’azienda che si intersecano con la storia di Modena. Si rivolge a chi vuole aggiungere conoscenze nuove alla storia del posto in cui vive perché fa scoprire una storia imprenditoriale che ha contribuito alla ricchezza economica di Modena.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet