IR TOP: AIM ITALIA, L’EMILIA ROMAGNA CONTA L’11% DELLE PMI QUOTATE, CON UN GIRO D’AFFARI DI 591 MILIONI DI EURO (17% DEL MERCATO)


BOLOGNA 26 LUGLI0 2017 IR Top Consulting, Partner Equity Markets di Borsa Italiana – LSE Group, leader in Italia nella consulenza specialistica sulle Investor Relations e Advisor per l’IPO, presenta i risultati dell’Osservatorio AIM Italia sull’Emilia Romagna, regione caratterizzata da società con modelli di business industriali e con positive performance in termini di ricavi e marginalità.
“Dalle evidenze dell’Osservatorio AIM Italia – afferma Anna Lambiase, Fondatore e Amministratore Delegato di IR Top – emerge che l’Emilia Romagna è al secondo posto dopo la Lombardia per giro d’affari (591 milioni di euro) e capitalizzazione di mercato (821 milioni di euro, pari al 18%) e terza in termini di capitali raccolti in IPO (80 milioni di euro), dopo Lombardia e Lazio. L’azienda AIM Italia emiliana è prevalentemente attiva nel settore industriale ed è altamente innovativa, presenta una crescita media dei ricavi nel 2016 pari al +19%, superiore alla media del mercato (+17%). La quotazione su AIM Italia costituisce per le PMI un’opportunità di grande visibilità con significativi ritorni in termini di crescita di fatturato. Nell’ambito del processo di apertura del capitale, supportiamo le aziende nella verifica dei requisiti di IPO, nella preparazione alla quotazione in Borsa e nella ricerca di investitori istituzionali. L’AIM, con una raccolta complessiva dal 2009 di 1,4 miliardi di euro rappresenta per l’Italia un mercato finanziario di grande sostegno alla crescita delle PMI”.
Sono 9 le aziende quotate su AIM Italia della Emilia Romagna: Bio-On (Chimica), Energica Motor Company (Industria), Expert System (Tecnologia), Modelleria Brambilla (Industria), PLT energia (Energie Rinnovabili), Poligrafici Printing (Media), Primi sui Motori (Tecnologia), Rosetti Marino (Industria), SITI B&T Group (Industria) con una quota pari all’11% del mercato, al terzo posto per numero di società dopo la Lombardia (43%) e il Lazio (15%), prima del Veneto (7%).
Evidenziano ricavi complessivi pari a 591 milioni di euro (17% su AIM), al secondo posto dopo la Lombardia (1,4 miliardi di euro), una capitalizzazione pari a 821 milioni di euro (18% del mercato) e una raccolta complessiva in IPO (equity) pari a 80 milioni di Euro (6%).
L’azienda AIM Italia emiliana è caratterizzata da ricavi medi pari a 65,7 milioni di euro1 (+19% rispetto al 2015), un EBITDA pari a 5,8 milioni di euro e una marginalità pari all’11%. La capitalizzazione di mercato è pari a 91,3 milioni di Euro, con un valore superiore alla media su AIM Italia, la raccolta è pari a 8,9 milioni di euro (6,0 milioni di euro il valore mediano). Le PMI quotate dell’Emilia Romagna impiegano circa 2.200 risorse (243 in media).

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet