Fisco, scoperta frode da 100 milioni


MODENA, 1 FEB. 2012 – Le Fiamme Gialle di Modena hanno  scoperto una frode fiscale da 100 milioni organizzata da una società che opera nel settore del commercio all’ingrosso di abbigliamento e accessori. La frode è stata realizzata con la sistematica emissione di fatture per operazioni inesistenti. Tre persone sono state denunciate per frode fiscale e distruzione ed occultamento delle scritture contabili.L’indagine è partita da un’attività ispettiva eseguita nel 2010 nei confronti di un imprenditore tessile: i finanzieri avevano individuato tre società con sede a Bologna e Frosinone, le successive perquisizioni avevano portato alla scoperta di ulteriori fatture emesse nei confronti di una società modenese, che documentavano cessioni molto dubbie di prodotti di abbigliamento.Nel complesso, l’attività della Finanza ha consentito di accertare che l’azienda sottoposta a verifiche a partire dal 2007 aveva frodato al fisco 100 milioni di euro, inoltre la stessa impresa aveva emesso fatture per operazioni inesistenti per 68 milioni, consentendo ad altri imprenditori di vantare un credito fittizio d’imposta nei confronti dell’erario, da chiedere a rimborso o utilizzare in compensazione. Le indagini continuano per verificare l’eventuale responsabilità di altri soggetti, oltre ai tre già denunciati.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet