Firmato l’accordo perex Aimeri Ambiente


REGGIO EMILIA, 22 MAR. 2013 – Firmato presso la sede di Iren l’accordo relativo agli ex lavoratori di Aimeri Ambiente. La vicenda verteva sul mancato rispetto delle norme contrattuali nazionali in materia di affidamento dei servizi di igiene ambientale che ha visto IREN/Enìa procedere alla revoca dell’appalto ad Aimeri Ambiente ed affidare, temporaneamente tali attività ad altre aziende, senza attuare le procedure contrattuali che avrebbero dovuto garantire sia la continuità occupazionale sia il trattamento economico e normativo ai lavoratori allora occupati in Aimeri."Tale situazione – dicono i sindacati – oltre a vedere un certo numero di lavoratori assunti con contratti non rispondenti ai precetti del C.C.N.L., ha lasciato una ventina di essi privi di occupazione e, quelli assorbiti con assunzione diretta, anche a tempo determinato, con nessuna certezza sul futuro. Nonostante l’incontro avuto il 14 gennaio scorso con le aziende IREN e Enìa Reggio, la questione non trovò in loro un interlocutore disponibile ad alcuna soluzione. In quella situazione le OO.SS. procedettero a denunciare le stesse per comportamento antisindacale attivando nel contempo, tutti gli strumenti sindacali per rivendicare i diritti contrattuali dei lavoratori: Dai presidi davanti al Comune di Reggio Emilia alla richiesta di incontro con il sindaco agli incontri con i gruppi consigliari. Ora possiamo affermare che quelle iniziative, la caparbietà delle Organizzazioni Sindacali e dei lavoratori di Aimeri Ambiente hanno pagato".L’accordo prevede l’indizione del bando di gara per la riassegnazione dell’appalto in tempi brevi (90 giorni) e che tale bando è anche redatto nel rispetto delle norme previste nei C.C.N.L. del Settore dei Servizi Ambientali, quegli elementi di tutela economica e normativa nei confronti del personale. "Fatto per noi di incomparabile valore – aggiunge il sindacato – è l’obbligo per chi vincerà l’appalto di assumere i lavoratori della ditta cessante, vale a dire in concreto coloro che erano dipendenti di Aimeri al 31/12/2012, con questa possibilità anche per coloro che erano a quella data a tempo determinato e, incentiva l’assunzione anche in fase temporanea presso le aziende che hanno temporaneamente il servizio. Quindi un accordo per il quale esprimiamo la nostra soddisfazione poiché sono stati confermati il valore dei precetti contrattuali e, soprattutto, in una fase del paese estremamente critica su questo versante, si è dato una prospettiva occupazionale reale ad almeno una cinquantina di lavoratori se non di più come auspichiamo. Possiamo dire che in questa vicenda, alla fine è prevalso il buon senso da parte di tutti e ci auguriamo che le relazioni sindacali, sempre difficili con IREN e controllate, possano migliorare. Ne trarrebbero beneficio l’azienda, i lavoratori ed i cittadini di questa provincia".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet