Firem di Formgine, pagato il primo anticipo ai lavoratori


FORMIGINE (MO) – 26 AGO. 2013 – Doveva essere un passaggio veloce, un assegno di trecento euro in cambio di due macchinari ancora cosutoditi all’interno della Firem. Questo era scritto nel verbale relativo alla trattativa di venerdì scorso, firmata da istituzioni, sindacati e proprietà. L’appuntamento, previsto a mezzogiorno, è slittato di due ore. Sul posto il legale dell’azienda, Barbara Sabellico, questa volta la titolare dell’azienda Simona Pedroni non si è presentata. Qualche minuto per aprire i cancelli dell’azienda, chiusi ormai da settimane. Passano due ore ed è Pizzola della Fiom a uscire dai capannoni di via Quattro Passi a Formigine per informare i lavoratori che la proprietà ha un’altra richiesta. Vogliono anche i semilavorati. In cambio offrono altri 350 euro, che verranno consegnati venerdì. Gli operai si dividono, non tutti sono d’accordo e parlano di ricatto. Nel frattempo arriva il sindaco di Formigine e cresce la tensione quando arriva la notizia che la proprietà non è disposta a concedere neanche i trecento euro concordati se gli operai dicono no alla richiesta di fare uscire anche i semilavorati. Alle cinque la trattativa si conclude: arrivano gli assegni, domani mattina usciranno i macchinari. Venerdì il secondo passaggio: verranno consegnati all’azienda anche i semilavorati, in cambio di un altro acconto. Durante l’attesa arriva la prima dipendente dalla Polonia. Partita insieme ad altri quattro colleghi, qualche settimana fa, neanche a lei era a conoscenza del progetto di Pedroni di delocalizzare tutta l’azienda, e per questo ha scelto di tornare indietro. E questo pomeriggio sulla vicenda è intervenuto il presidente del settore meccanico di Confimi Impresa Modena Enrico Malagoli: "Conosco i titolari della Firem, so l’impegno che da 50 anni mettono nel loro lavoro e gli affanni che li accomunano a tante piccole e medie imprese. Sono persono per bene, attaccate al loro lavoro e tutt’altro che insensibili".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet